Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




La Teofania a Venezia nella Cattedrale Ortodossa di san Giorgio dei Greci

data 06-01-2015; categoria: Eventi

Metropolita Gennadios Arcivescovo Ortodosso d’Italia e Malta: "Nonostante la crisi economica, spirituale, morale e sociale, la svalutazione dei titoli e dei valori, possiamo sperare nei giovani, anche se pochi di loro sono credenti e pieni d'amore, tuttavia prendono coraggio e si fortificano e vengono illuminati dal nostro Signore e Salatore Gesù Cristo che è apparso, prendendo esempio dal protagonista umano della festa, l’angelo del deserto Giovanni Battista".



Venezia, città universale di pace e di serena convivenza tra etnie, città di cultura e arte, con il sole tiepido e il freddo gradevole di tutti questi dodici giorni del periodo natalizio, ha con gioia solennemente celebrato il 6 gennaio con eventi festivi, non soltanto nella chiesa, quanto presso le altre istituzioni.

La Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia e Malta, l’Istituto Ellenico, la storica comunità dei Greci Ortodossi in Venezia, i bambini, le famiglie greche e gli ortodossi provenienti da altri paesi hanno celebrato i dodici giorni del periodo natalizio coi loro parenti e amici. Con loro catecumeni e pellegrini e molti romano-cattolici hanno visitato la Cattedrale, dedicata a san Giorgio con entusiasmo e gioiosa compunzione durante le solenni e pacate liturgie. Molti bambini si sono accostati ai sacri misteri e anche molti giovani, segno della vitalità spirituale della Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia e Malta, che svolge la sua missione nel centro del cattolicesimo romano.

Particolarmente significativa l’unica cerimonia dell’immersione della santa e vivificante Croce nel "Rio dei Greci", con una gondola addobbata come un palazzo somigliante a una piccola arca dell’Antico Testamento, a bordo della quale ogni anno si presenta una personalità per offrire la croce a Sua Eminenza l’Arcivescovo d’Italia e Malta, Gennadios, che a sua volta lo benedice. Quest’anno ha portato la croce al Metropolita il vicepresidente della Comunità il dott. Basilio Kalogerakis. L'inno melodiosissimo: Al tuo battesimo nel Giordano…” e il gioioso kontakion: “Sei apparso oggi…" sono stati cantati dall'alto del Ponte dei Greci, alla presenza di pellegrini e visitatori, allietando il "Campo dei Greci", che così continua la sua missione di ospitalità e accoglienza a Venezia.

Nella Chiesa Cattedrale di San Giorgio dei Greci ogni giorno viene cantato il mattutino e i Vespri. Dopo la festa di San Giovanni Battista ricominciano in tutta la diocesi catechesi ortodosse per piccoli e grandi, come anche per i catecumeni e lezioni di lingua greca sotto la supervisione del Vicario Generale, l’archimandrita Evangelos.

Le attività sociali e culturali che si svolgono in tutta Italia sono seguite con interesse dall’Arcidiocesi Ortodossa d’Italia e Malta, la cui impegno in Italia è enorme. Ciò è testimoniato dal riconoscimento dell’Arcidiocesi da parte dello Stato italiano attraverso l’Intesa e il numero di chiese e monasteri concessi da vescovi e diocesi romano cattolici e dagli stessi comuni di questo paese.


271
273
274
275
276
278
279
280
281
282
283
284
285
287
288
289
01/16 
start stop bwd fwd



Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 22-11-2019

Santi Filemone, Archippo e Onesimo, apostoli; San Onesimo, apostolo; Santa Cecilia e compagni, martiri; San Marco di Antiochia e compagni, martiri; San Procopio di Palestina, martire; San Menigno, martire; San Aggabas; San Callisto II, Xantopoulos, patriarca di Costantinopoli; San Germano di Ikosifinissa; Santi Cristoforo ed Eufemia, martiri; Santi Tallaleo e Antimo, martiri; San Taddeo, martire; San Agapione, martire; San Agapio, martire; San Sisinio, ieromartire; San Giacomo Tsalikis.

i santi di domani 23-11-2019

San Amfilochio, vescovo di Iconio; San Gregorio di Agrigento; San Sisinio, confessore; San Ischirion, vescovo; San Eleno, vescovo di Tarso; San Dionisio I, patriarca di Costantinopoli.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP