Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




Domenica dell'Ortodossia 2015

data 01-03-2015; categoria: Eventi

Sua Eminenza Gennadios, arcivescovo Ortodosso d'Italia e Malta: “La storica comunità greco-ortodossa di Venezia, prima nella diaspora ellenica, continua degnamente il suo gloriosissimo cammino, tenendo sulle sue venerabili e sane spalle principi sani, l'inestimabile tesoro dell'Ortodossia e dell'Ellenismo”.



In un'atmosfera solenne, ma anche penitenziale, di austerità sacrale e insieme di splendore bizantino, si sono celebrate il mattutino festivo della Festa dell'Ortodossia e la Divina Liturgia del grande San Basilio nella storica cattedrale di San Giorgio dei Greci in Venezia, presieduta da Sua Eminenza il Metropolita Gennadios, Arcivescovo d'Italia e Malta, il quale ha rivolto parole di pace, amore, speranza e unità alla storica Comunità dei Greci Ortodossi di Venezia, augurando successo e realizzazione dei progetti da essa intrapresi.

La Comunità, con il suo Presidente la Prof. Costantina Balafuti e altri membri di spicco tra i quali il vicepresidente dott. Basilio Kalogherakis con altri ancora membri della consulta hanno portato le sacre icone durante la processione insieme con il Console di Grecia in Venezia, il dott. Simeone Linardakin. A nome dell'Istituto Ellenico ha partecipato anche il dott. Pandelìs Papadopulos.

La festa dell'Ortodossia è la festa principale della storica Comunità di Venezia. Essa porta la memoria delle lotte, dei sacrifici e delle persone che hanno dato la vita per l'Ortodossia a servizio del popolo ellenico,  per la continuazione della nazione greca, la difesa del culto, il mantenimento della pura tradizione ecclesiastica e culturale.

I membri ragguardevoli della comunità e altre persone radunate per la Divina Liturgia hanno poi gustato piatti deliziosi e convenienti offerti dalla Comunità.

La Cattedrale di San Giorgio dei Greci, custodita nel Campo dei Greci, bagnata dai canali Veneziani, ha creato un'oasi di luce, diffondendo messaggi di libertà, pace e solidarietà e invitando a lode e alla preghiera.
Le suppliche elevate dinnanzi all'ufficio della Comunità nel ricordo dei suoi benefattori e dei suoi membri esprimeva perenne gratitudine verso tutti coloro che in un modo o nell'altro hanno dato il loro prezioso contributo alla Comunità.

La giornata assolatissima ha aiutato i visitatori a divertirsi con i vaporetti e le gondole, che caratterizzano e abbelliscono la vita dell'ex capitale della Serenissima Repubblica.
Venezia, città della pace, della cultura e dell'arte con la sua particolarità diventa un ponte che unisce tutti gli uomini e le città del mondo e per questo motivo non ha inizio, medietà, né fine, ospitando dentro di sé senza soluzione di continuità  arte e scienza, archivi e biblioteche, incontrando, accogliendo e donando senza stancare.

La Venezia primaverile con il “Triodion" e in particolare con la prima stazione dell'Inno Akathistos e la Domenica della Ortodossia è un'esperienza unica, toccante, sublime soprattutto nella luminosa, gioiosa e solenne Cattedrale di san Giorgio dei Greci, richiamando alla pace, alla fratellanza e alla speranza della salvezza.

La Divina Liturgia nel giorno solenne e sacro della domenica dell'Ortodossia, è stata officiata dal Vicario Generale, l'archimandrita del Trono Ecumenico p. Evangelos,  che con grande impegno e dedizione si è occupato dei preparativi specifici della festa, insieme con l'archimandrita Anastasio (della Romania) e il Protopresbitero Nicola.

 


271
273
274
275
276
278
279
280
281
282
283
284
285
287
288
289
01/16 
start stop bwd fwd



Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 09-12-2019

i santi di domani 10-12-2019

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP