Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




VISITA PASTORALE NELLA CALABRIA SETTENTRIONALE

categoria: Visite Pastorali

Metropolita Gennadios: “le parrocchie e i monasteri della Calabria esalano ancora oggi l'immortale fragranza della gloria di Bisanzio e il profumo dei santi di Costantinopoli, città imperiale”.



DISCORSO P. ATANASIO MARCACCI


Sua Eminenza il Metropolita Gennadios si è recato in visita nella Calabria settentrionale e in particolare nelle storiche e famose città di Cosenza, Catanzaro e Corigliano, le quali, secondo le stesse parole di Sua Eminenza ancora oggi emanano il profumo immortale della gloriosa Bisanzio e dei santi di Costantinopoli, la Città Imperiale: secondo la tradizione della Grande e Santa Chiesa di Cristo, questi Santi hanno fondato chiese e parrocchie organizzate accendendo il lume della risurrezione, trasmettendo la luce gioiosa dell'Ortodossia anche in questa provincia italiana dell'Europa meridionale.

Gli ortodossi che frequentano la chiesa, secondo il classico stile di convivenza bizantino sono in parte di origine italiana e in parte emigrati provenienti da diversi paesi di tradizione ortodossa, residenti in Italia per motivi di lavoro.

Con l'avvento della Sacra Arcidiocesi Ortodossa d'Itala e Malta nella Calabria bizantina, i calabresi hanno potuto ricordare le origini delle loro stirpe non solo dal punto di vista della cultura, ma anche dal punto di vista religioso, dal momento che  fino al XVIII secolo in quella terra si celebrava la Divina Liturgia di san Giovanni Crisostomo e veniva seguito il Typikòn Liturgico di Costantinopoli e così si celebravano le solennità secondo il calendario e l'uso  di Nuova Roma.

Sua Eminenza ha celebrato la Liturgia Pontificale a Schiavonea e la sera ha inaugurato la nuova chiesa a Cosenza; concelebravano il reverendissimo archimandrita del Trono Ecumenico, e Vicario Generale p. Evangelos Yfantidis e il reverendo Protopresbitero p. Atanasio Marcacci, rettore e vicario della Calabria settentrionale, realtà dinamica e viva.

Queste parrocchie, insieme con quelle site nella Calabria centrale (il monastero stavropigiaco dei SS. Elia e Filareto presso Seminara e il monastero di s. Elia lo Speleota a Melicuccà) e nella Calabria meridionale (San Paolo dei Greci, parrocchia di Reggio e le altre a Gallicianò e a Gerace) rappresentano una autentica rinascita dell'Ortodossia in questa parte dell'Europa in cui ortodossi italiani e ortodossi migranti con una bussola preziosa e precisa progrediscono con fede, libertà, speranza, senza timori e inquietudini in pacifica concordia familiare, impegnandosi ognuno nella professione e nella educazione ortodossa dei loro figli.

Tutte queste coso mostrano quanto sia prezioso il contributo della sacra Arcidiocesi Ortodossa d'Italia e Malta, sotto la guida del saggio nostro Pastore, il Metropolita Gennadios alla questione irrisolta dell'immigrazione, che affligge la società contemporanea, attraversata guerre e giochi pericolosi, rapimenti, delitti, uccisioni ecc. In tutti questi difficili casi l’Arcidiocesi Ortodossa del Patriarcato Ecumenico è per molti l'unica protezione e forza, attraverso il consiglio, l'aiuto e l'incoraggiamento dei sacerdoti.

Sua Eminenza il Metropolita Gennadios insieme con il Vicario Generale, p. Evangelos Yfantidis, ha visitato le chiese ed ha incontrato i consigli pastorali con cui hanno esaminato i problemi e le difficoltà da affrontare nelle relative realtà territoriali specifica della società calabrese.

E' un fatto incontestabile che oggi in Calabria si assiste alla rinascita di una nuova Ortodossia, una nuova realtà ortodossa, attraverso la trasmissione degli usi e tradizioni del nostro pio popolo e questo grazie all'impegno della Sacra Arcidiocesi Ortodossa d'Italia e Malta in una terra e presso una popolazione dalla evidenti e vive radici bizantine, consapevole che il massimo splendore culturale, ma anche religioso e teologico raggiunto da quella terra benedetta risale alla cosiddetta epoca bizantina.


271
273
274
275
276
278
279
280
281
282
283
284
285
287
288
289
01/16 
start stop bwd fwd



Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 27-05-2018

La Santa Pentecoste; San Elladio, ieromartire; San Teraponto di Sardi, ieromartire; Santi Alipio, Eubioto, Paolo e Giuliana, martiri; San Giovanni il Russo, neomartire.

i santi di domani 28-05-2018

Lunedì del Santo Spirito; San Eutichio, martire; Santa Elicone, martire; San Alessandro, vescovo di Tessalonica; Santi Niceta, arcivescovo di Calcedonia, Niceta e Ignazio; San Andrea, folle per Cristo; San Zaccaria di Prousa, neomartire; San Mitro, neomartire.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP