Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




IL SIMBOLO DELLA VERA ORTODOSSIA, IL PATRIARCA BARTOLOMEO BENEDICE LA SACRA ARCIDIOCESI ORTODOSSA D'ITALIA E MALTA E PREGA PER ESSA

data 26-10-2015; categoria: Eventi

Visita Patriarcale a Firenze (26.10.2015)



IL SIMBOLO DELLA VERA ORTODOSSIA, IL PATRIARCA BARTOLOMEO BENEDICE LA SACRA ARCIDIOCESI ORTODOSSA D'ITALIA E MALTA E PREGA PER ESSA

 

È benedizione divina e il dono più prezioso per la Sacra Arcidiocesi Ortodossa d'Italia e Malta l'arrivo di Sua Santità il Patriarca Ecumenico Bartolomeo in Italia, questa volta a Loppiano di Firenze, dove è stato insignito del titolo di Dottore Onorario dell'Istituto Universitario “Sofia”, appartenente al famoso e conosciuto in tutto il mondo movimento Cattolico-Romano dei Focolari (Movimento dei Focolari).

La sacratissima e solennissima presenza di Sua Santità il Patriarca Ecumenico Bartolomeo, ha radunato Ortodossi e amici, che con attenzione, devozione e compunzione hanno seguito la Divina Liturgia nello storico tempio di san Giacomo fratello di Dio, in cui officia il reverendissimo archimandrita Nikolaos Papadopoulos, che, con i suoi collaboratori, svolge un'opera significativa di amore e pace.
La Divina Liturgia è stata celebrata solennemente e con bellissima voce dal Vicario Generale, l'archimandrita del Trono Ecumenico Evangelos; cantavano presso l'analoghion l'Archimandrita Theofylaktos, rettore della Chiesa "Akathistos"  in Milano e il cantore signor Athanasios Papadimitriou; partecipavano centinaia di ortodossi, compresi gli Arconti del Patriarcato Ecumenico, il signor Nikolaos Sakkaris e il signor Nikolaos Makris e il signor Athanasios Tsionis, Console Generale di Grecia e la signora Potoula Petrakakis, Console in Firenze, la dottoressa Elizabeth Kalamboukis Fimiani, collaboratrice della Sacra Arcidiocesi Ortodossa d'Italia e Malta, le autorità locali della città insieme con intellettuali e professori.

Il discorso del Patriarca Ecumenico ha incoraggiato e rinvigorito tutti i presenti, centinaia fra ortodossi e cattolici romani, che poi hanno baciato la Sua destra ottenendo la benedizione patriarcale, che è, appunto, amore, speranza, forza e pace a tutti.
Per la Sacra Arcidiocesi Ortodossa d'Italia e Malta la visita del Patriarca Ecumenico è stata occasione felice di gioia pasquale, come canta il salmista: “Egli rinnova come aquila la tua giovinezza”. La delicatissima opera pastorale e culturale della Sacra Arcidiocesi Ortodossa d'Italia e Malta, grazie alle preghiere di Sua Santità si compie da un lato organizzandosi internamente, dall'altro realizzando la rinascita dell'Ortodossia in Italia e a Malta, costruendo nuovi ponti di amore, rispetto reciproco e solidarietà verso ogni uomo che è «immagine di Dio», condizione essenziale per una buona convivenza dei popoli.

La sede storica della Sacra Arcidiocesi Ortodossa d'Italia e Malta, Venezia, città di storia e pace universale, benedetta molta volte dal Patriarca Ecumenico Bartolomeo, trasmette al suo territorio i messaggi eterni della Chiesa di Costantinopoli.

Il meraviglioso, paterno e affettuoso discorso di Sua Santità Bartolomeo, alla presenza di ortodossi e amici, autorità e intellettuali, ha fatto riferimento al nostro Pastore e Arcivescovo, Ghennadios; fra le altre cose ha detto: “A Vostra Eminenza amatissimo e fraterno fratello, Metropolita d’Italia e Malta Signor Gennadios, auguriamo tanta forza nell’esercizio dei vostri compiti pastorali, congratulandoci con voi per aver fatto una tale opera ecclesiastica luminosa e splendente nella Penisola Italiana e nell’Isola di Malta. (…) E  la seconda particolarità con la quale ci rivolgiamo a Voi, caro Fratello d’Italia e Malta, è la persona del Patriarca  e vi trasmetto e vi esprimo particolare e personale compiacimento, ma anche quello del Patriarcato Ecumenico, per quanto fate qui in Italia e a Malta, da molti anni ormai, istituendo nuove comunità, nuovi monasteri, coltivando buone relazioni con i nostri fratelli romano-cattolici,-  risultato è la presenza di Sua Eminenza il Cardinale e Arcivescovo di Firenze Mons. Betori in mezzo a noi oggi. E i vescovi della Chiesa Romano Cattolica che corrispondono ai vostri sentimenti realmente fraterni, Vi danno chiese, come questa, qui, di San Giacomo, Vi danno case per i vostri sacerdoti, e vi aiutano in molti modi per accrescere la vostra opera pastorale meravigliosa e fruttuosa. E’ dunque degno e giusto che vi trasmetta oggi, ancora un'altra volta, il  compiacimento Patriarcale, l’elogio, il riconoscimento e la stima della Madre Chiesa per l’opera benedetta che fate a gloria di Dio. Vi illumini sempre, Vi rafforzi e Vi faccia attingere forza il Signore nella su Grazia, affinché continuiate il Vostro servizio pastorale senza impedimenti  e onoriate il Nome della nazione nostra e la  nostra Chiesa Ortodossa, ma anche generalmente il nome del Patriarcato Ecumenico, qui in questa città splendida di Firenze e genericamente in tutto questo paese culturale e ospitale, il paese d’Italia, e più giù nell’altro piccolo paese civile di Malta”. (l'Omelia intera di Sua Santità il Patriarca Ecumenico Bartolomeo vedi fig. QUI)

 

Prima del discorso di Sua Santità, il nostro Metropolita Gennadios si è rivolto al Vertice dell'Ortodossia con le seguenti parole: l'Omelia intera di Sua Eminenza l'Arcivescovo d'Italia e Malta Gennadios vedi fig. QUI.


271
273
274
275
276
278
279
280
281
282
283
284
285
287
288
289
01/16 
start stop bwd fwd




Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 15-12-2019

San Eleuterio, vescovo di Illiria e compagni, martiri; San Eleuterio, il cubiculario, martire; Santa Susanna, martire; San Bacco il nuovo, martire; San Stefano, vescovo di Sourozh; San Paolo del Monte Latro.

i santi di domani 16-12-2019

Santo Profeta Aggeo; San Marino, martire; Santi Promo, Ilarione, e compagni, martiri; San Memnone, arcivescovo di Efeso; San Modesto, arcivescovo di Gerusalemme; Santa Teofano, imperatrice; San Nicola II, patriarca di Costantinopoli.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP