Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




EPITAFIO

 

Archimandrita Antonio Scordino




 

EPITAFIO     

Icona su stoffa, raffigurante il “Cristo morto” (si pensi alla Sindone di Torino) che si espone alla venerazione dei fedeli al Vespro del Grande Sabato. In origine si esponeva alla venerazione dei fedeli il solo Evangelario appena utilizzato per leggere il Vangelo; in un secondo momento si cominciò a esporre un antiminsio: è questo il motivo perché sull’epitafio si continua a esporre anche un Evangelario (che viene anch’esso portato in processione). E’ questo anche il motivo per cui poi, sino all’Ascensione, si celebra sull’epitafio (anche se vi sovrappone un antimisio!), posto sull’Altare alla fine del mattutino di sabato santo.

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 10-04-2020

Santi Terenzio, Africano, Massimo, Pomepeo e compagni, martiri; Santa Ulda, profetessa; Santi Giacomo, Aza e Abdieso, ieromartiri; San Demos di Smirne, neomartire; San Gregorio V, patriarca, ieromartire.

i santi di domani 11-04-2020

Sabato di Lazzaro; San Antipa, vescovo di Pergamo, ieromartire; San Farmuzio; Sante Trifena e Matrona di Cizico.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP