Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




NARTECE

 

a cura dell'Archimandrita Antonio Scordino




 

NARTECE

Portico della chiesa. È uno spazio posto fra le navate e la facciata principale della chiesa, e ha la funzione di un corto atrio largo quanto la chiesa stessa. E' distinto in esonartece esterno alla facciata della chiesa ed endonartece, interno, in cui abitualmente sono  posti il fonte battesimale ed il proskinitarion con l'icona del Santo titolare della chiesa ed in cui si dovrebbero svolgere alcune akolutie. Dall'endonartece si accede alla navata attraverso la porta reale.

A Costantinopoli, S. Giovanni di Studion (463), S. Irene (532 ca.), SS. Sergio e Bacco (527-536) hanno un solo n., mentre S. Sofia (532-537) presenta un endonartece e un esonartece. In seguito diverse chiese bizantine furono costruite con due n. come, sempre a Costantinopoli, S. Teodoro (od. Kilise Giami, 10°-11° sec.) e il Redentore di Chora (od. Qahriyye Giami, 12° sec.).

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 12-12-2019

San Spiridione, vescovo di Trimitunte, taumaturgo; San Sinesio, martire; San Alessandro, vescovo di Gerusalemme, ieromartire; San Amonato di Pelusio; San Anto di Palestina; Sante Eufimiana e Febe; San Eterio, martire; San Giovanni, metropolita di Zicna e fondatore di Menikion.

i santi di domani 13-12-2019

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP