Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




La figura monastica, la spiritualità bizantina e la grandiosa opera di Elia di Enna nella tradizione siciliana e calabrese

data 27-09-2016; categoria: Eventi

Sala Cerere - Enna, 27-28 settembre 2016




Convegno

La figura monastica, la spiritualità bizantina e la grandiosa opera di Elia di Enna nella tradizione siciliana e calabrese.

Sala Cerere - Enna, 27-28 settembre 2016

 

Il Comune di Enna con la Sacra Diocesi Ortodossa d’Italia e Malta ed Esarcato per l’Europa meridionale, nella figura di Sua Eminenza il Metropolita Gennadios (Venezia), in collaborazione con:

l’Officina di Studi Medievali (Palermo), il Centro studi Federico II di Svevia, la Casa d’Europa, la Società Dante Alighieri-Comitato di Enna, l’Accademia Pergusea

promuovono due giornate di studio sul Santo ennese di Sicilia Sant’Elia.

Discutendo a partire dalla biografia di questo personaggio, nato ad Enna nell’829, queste giornate di studio si propongono di focalizzare l’attenzione sul «secolo d’oro» dell’agiografia bizantina siciliana e greca che vede uno straordinario  rigoglio spirituale di monasteri e Santi.

Tutto ciò che in questo periodo di grande fioritura storica, dottrinale e spirituale era stato seminato, verrà travolto dagli avvenimenti storici successivi, incluso il passaggio degli Arabi e dei Normanni;  Elia di Enna, rimane però uno degli esempi più luminosi, anche se oggi la sua figura, richiamata dalla toponomastica siciliana e calabrese,  rimane  sconosciuta anche agli addetti ai lavori.

Elia, battezzato con il nome di Giovanni, fu catturato per due volte dai musulmani di Sicilia e portato a Tunisi; in seguito liberato, scopre la sua vocazione monastica e si trasferisce  in Palestina. Tonsurato a Gerusalemme, decide di vivere al Monastero di Santa Caterina sul Sinai dove rimane per alcuni anni. Da lì ancora soggiorna ad Alessandria d’Egitto, poi in Persia, ad Antiochia, e di nuovo in Nord Africa da dove s’imbarcò per Palermo. Sosta a Taormina per trasferirsi in Calabria presso Palmi, dove fonda il monastero delle Auline che poi prese il suo nome. A causa delle incursioni saracene, da lui profetizzate, è costretto a fuggire a Patrasso, ma appena possibile torna sull’Aspromonte, a Santa Cristina. Non manca di visitare Roma come pellegrino, accolto dal Papa Stefano V. Ritorna a Pentedattilo nella sua Calabria, da lì riparte per Costantinopoli, ma durante il viaggio, preso da un malore muore a Salonicco il 17 agosto del 904.

Un’esistenza segnata da svariati miracoli, guarigioni, profezie; sempre alla ricerca dell’affermazione del più originale spirito della tradizione cristiana antica, in un’epoca travolta dall’invasione islamica, da conversioni fittizie e distruzione di monasteri e centri religiosi.

Questo convegno si pone come finalità la riscoperta della tradizione cristiana siciliana della Magna Grecia, una tradizione che è stata sottovalutata per molti secoli ma che nonostante ciò è riuscita a mantenere vive le sue profonde radici nel nostro territorio.

Enna, come molti altri centri di Sicilia, rimane testimone di un periodo nodale della storia delle  origini che continua a pulsare attraverso una sacralità di cui la tradizione bizantina si configura come  uno scrigno.

27-09-2016

Saluti  ore 9.00

Il sindaco Avv. Maurizio Dipietro

Mons. Gisana, Vescovo di Piazza Armerina

Diego Ciccarelli (Presidente Officina di Studi Medievali)

Rocco Lombardo (Presidente della Società Dante Alighieri – Comitato di Enna)

Paola Rubino (Presidente Centro studi Federico II di Svevia)

Cettina Rosso (presidente Casa d’Europa di Enna)

9.30 Introduce i lavori Sua Eminenza il Metropolita Ghennadios, Sacra Diocesi Ortodossa d’Italia e Malta ed Esarcato per l’Europa meridionale (Venezia)

  • ore 10.00 inizio lavori. Modera Padre Alessio

 

  • L’agiografia bizantina di Sicilia: la vita di Sant’Elia di Enna (Padre Alessio archimandrita del Monastero Santa Lucia del Mela, Messina)

 

  • Le fonti arabe della conquista di Sicilia e la lettera di Teodosio, Patrizia Spallino (Università di Palermo)

 

  • Fonti greche sulla biografia di Sant’Elia, Padre Efrem (Monte Olimpo, Grecia)

Dibattito

 

Ore 15.30 Modera Prof.  Rocco Lombardo

Il Monastero di Sant’Elia e Filarete a Seminara: genesi e storia. (Madre Stefania, Igumena del Monastero di Sant’Elia e Filarete - Monastero di Seminara)

 

  • Il percorso spirituale di San Filarete l’Ortolano (Presbitero Stefano Grillone, Napoli)

 

  • Sant’Elia e le tracce della sua tradizione  ad Enna (Prof. Rocco Lombardo, Enna)

 

17.30 Dibattito

 

19.00 Vespro di Sant’Elia e benedizione, Chiesa San Salvatore

 

28-09-2016

 

  • ore 9.30 Modera Prof.ssa Paola Rubino

Il canto liturgico ortodosso nella Sicilia contemporanea: il caso di Enna (Maria Giuliana Rizzuto, Università di Palermo)

  • Sant’Elia lo Speleota (Enrico Morini, Università di Bologna)

 

  • Il messaggio spirituale di Sant’Elia all’uomo di oggi  (Archimandrita Porfirio - Monastero di Cosma e Damiano, Sparta – Grecia)

 

Chiusura dei lavori e visita alla Torre di Sant’Elia.

Segreteria: Silvana Agnetta, Giuliana Musotto

Grafica: Alberto Musco, Federico Emma

 

 



Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 19-04-2019

San Pafnuzio di Gerusalemme, neomartire; Santi Teodoro di Perga, Filippa, Socrate e Dionisio, martiri; San Giorgio, vescovo di Antiochia; San Trifon, patriarca di Costantinopoli; San Simeone di Filoteou; San Agatangelo di Esfigmenou, neomartire.

i santi di domani 20-04-2019

Sabato di Lazzaro; San Teodoro Trichinas; Santi Vittore, Zotico, Zeno e compagni, martiri; San Zaccheo, apostolo; San Anastasio I, patriarca di Antiochia; San Anastasio II, patriarca di Antiochia, ieromartire; San Teotimo, vescovo di Tomis; San Giovanni Paleolavrita; Santi Atanasio e Giosaf delle Meteore.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP