Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




VANGELO mattinale

 

a cura dell'Archimandrita Antonio Scordino




 

VANGELO mattinale

1. Al Mattutino delle domeniche si legge (quasi sempre) uno degli 11 brani evangelici che narrano la Risurrezione. Per trovare il brano da leggere, basta ricordare che la Domenica d’Ognissanti si legge il 1°, poi il 2°, e così via sino alla Pasqua dell’anno seguente.

2. In alcune feste che capitano di domenica, si legge un Vangelo mattinale apposito, per cui si “salta” il corrispondente della Risurrezione (per esempio, si può avere questa successione: … 4°, 5°, della festa, 7°, della festa, 9°…).

3. Il Vangelo mattinale è proclamato sempre dal sacerdote.

4. Se il Vangelo mattinale è della Risurrezione, il sacerdote lo proclama stando sul lato sinistro dell’altare (a destra di chi guarda, come l’angelo al sepolcro!) e alla fine non benedice il popolo, altrimenti il sacerdote (mai il diacono) lo proclama dal solèa.

5. L’evangelario da cui si è letto il brano della Risurrezione va presentato alla venerazione dei fedeli uscendo esattamente al momento in cui il lettore, leggendo il salmo 50, dice: Ecco la verità…

6. Al bacio dei fedeli si presenta il lato della copertina con raffigurata la Risurrezione.

6. Subito dopo la venerazione, il sacerdote, preceduto da almeno un inserviente con un cero acceso, vada a deporre l’Evangelario su di un analoghio posto verso l’ingresso del tempio (in genere, accanto all’icona del giorno).

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 14-10-2019

Santi Nazario, Gervasio, Protasio, e Celsio, martiri; San Cosmas, l'innografo, vescovo di Maiuma; San Silvano e compagni, martiri; San Pietro Apselamo, martire; Santa Parascheva la giovane; San Ignazio Agallianos, metropolita di Mithymna.

i santi di domani 15-10-2019

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP