Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




KONTAKIA

 

a cura dell'Archimandrita Antonio Scordino




 

Il tropario detto apolitikion (canto conclusivo, da ἀπολύω, congedo) e il kontakion (breve canto, da κοντός, piccolo) fungono da “ritornello” e conclusione del salmo introitale (oggi, III antifona - Isodhikon). Essendo delle composizioni piuttosto brevi e di facile memorizzazione, e anche perché caratterizzavano con poche parole tutto il senso d’una festa, finirono con l’essere ripetute più volte nel corso della giornata (di solito, dal Vespro alla successiva Ora IX); i comuni fedeli ne conoscono molti a memoria. Tanto che, per esempio, l’apolitikion originariamente composto per sant’Antonio è stato “adottato” per qualsiasi santo monaco, o quello composto per san Nicola viene usato per la memoria di qualsiasi santo vescovo. Qui sono riportati alcuni apolitikia d’uso più comune, insieme ai kontakia di tutto l’anno. Se non si sanno cantare, si potrebbero pur sempre eseguire retto tono o almeno proclamare.

-----------------------------------------------------------------

Kontakia

 

 

comune

Avvocata mai confusa dei cristiani, stabile mediatrice presso il Creatore, non disprezzare le supplici voci dei peccatori, ma accorri in aiuto, tu che sei buona, di chi con fede a te grida: Presto intercedi per noi, affrettati a salvarci, tu che sempre proteggi chi ti onora, Madre di Dio.

 

[sin dal 24 agosto: K. dell’8 settembre]

 

Settembre 1           Indizione

Creatore e sovrano dei secoli, Dio dell’universo, veramente sovra sostanziale, benedici la corona dell’anno, salvando con la tua infinita misericordia, o compassionevole, tutti coloro che rendono culto a te, unico sovrano, e con timore a te gridano: o Redentore, concedi che per tutti questo anno sia propizio.

 

Settembre 7           vigilia

La vergine Madre di Dio, Maria, il talamo indissolubile del celeste sposo, nasce oggi dalla sterile, conforme al disegno divino, per essere preparata come cocchio del Logos Dio, poiché a questo è stata destinata la porta divina, la vera madre della Vita.

 

Settembre 8           natività della Tuttasanta [sino al 12 settembre compreso]

Gioacchino e Anna sono stati liberati dall’obbrobrio della sterilità, e Adamo ed Eva dalla corruzione della morte, o immacolata, nella tua santa natività; anche il tuo popolo la festeggia, riscattato dalla pena dovuta alle nostre colpe, mentre a te acclama: La sterile partorisce la Madre di Dio, la nutrice della nostra vita.

 

Settembre 13         dedicazione dell’Anastasis

Cielo dalle molte luci è stata resa la Chiesa, perché illumina tutti i fedeli; tenendoci in essa noi gridiamo: Consolida, Signore, questa casa.

 

Settembre 14         esaltazione della Croce [sino al 21 settembre compreso]

Tu che volontariamente sei stato innalzato sulla croce, dona, o Cristo Dio, la tua compassione al popolo nuovo che porta il tuo nome; rallegra con la tua potenza i nostri re fedeli, concedendo loro vittoria contro i nemici; possano avere la tua alleanza, arma di pace, invitto trofeo.

 

Novembre 8           da oggi, K. del 21 novembre

 

Novembre 20         vigilia

Oggi tutta la terra è stata colmata di letizia, nella felice festa della Madre di Dio, e acclama: Costei è celeste dimora.

 

Novembre 21         isodo della Tuttasanta [sino al 25 novembre]

Il purissimo tempio del Salvatore, il talamo prezioso e verginale, il tesoro sacro della gloria di Dio, è oggi introdotto nella casa del Signore portandovi insieme la grazia del divino Spirito, e gli angeli di Dio a lei inneggiano: Costei è celeste dimora.

 

Novembre 26         da oggi, K. del 24 dicembre

 

Dicembre 9            concezione di sant’Anna

Fa festa oggi tutta la terra per la concezione di Anna, avvenuta in Dio: essa infatti ha concepito colei che oltre alla ragione ha concepito il Logos.

 

Dicembre 24          vigilia

La Vergine oggi viene nella grotta per partorire ineffabilmente il Logos che è prima dei secoli. Danza, terra tutta, che sei stata resa capace di udire questo; glorifica con gli angeli e i pastori il Dio che è prima dei secoli, che ha voluto mostrarsi come bimbo appena nato.

 

Dicembre 25          natale di Cristo [e sino al 31 dicembre compreso]

La Vergine oggi partorisce colui che è sovrastanziale, e la terra offre all’inaccessibile la grotta. Gli angeli cantano gloria insieme ai pastori, e i magi fanno il loro viaggio con la stella, perché per noi è nato piccolo bimbo, il Dio che è prima dei secoli.

 

Gennaio 1              circoncisione del Signore

Il Signore dell’universo si sottopone alla circoncisione e, come buono, recide le colpe dei mortali, e oggi dona al mondo la salvezza; nell’alto dei cieli gioisce Basilio, del creatore gerarca, stella e divino pontefice.

 

Gennaio 2              da oggi, K. del 5 gennaio

 

Gennaio 5              vigilia

Giunto oggi ai flutti del Giordano, il Signore grida a Giovanni: Non temere d’immergermi, perché io vengo a salvare Adamo, il primo creato.

 

Gennaio 6              Teofania [e sino al 14 gennaio compreso]

Ti sei manifestato oggi a tutto il mondo, e la tua luce, Signore, è stata impressa su di noi, che riconoscendoti a te inneggiamo: Sei venuto, sei apparso, o luce inaccessibile.

 

Gennaio 15            da oggi, K. del 2 febbraio

 

Febbraio 1              vigilia

Aprite, fedeli, il cuore come le braccia, per accogliere con puro animo il Signore, cantandogli inni in questa vigilia.

 

Febbraio 2              incontro del Signore [e sino al 9 febbraio compreso]

Tu che con la tua nascita hai santificato il grembo verginale, e hai benedetto le mani di Simeone, come conveniva, ci hai prevenuti anche ora con la tua salvezza, o Cristo Dio. Da’ dunque pace alla Città tra le guerre e rafforza i re che hai amato, o solo amico degli uomini.

 

Domenica del Fariseo e del gabelliere

Fuggiamo il superbo parlare del fariseo e impariamo l’elevatezza delle parole umili del gabelliere, gridando pentiti: Salvatore del mondo, sii propizio ai tuoi servi.

 

Domenica del (Figlio) dissoluto

Mi sono stoltamente escluso dalla tua gloria paterna e ho dissipato nel male la ricchezza che mi avevi trasmesso; per questo a te presento le parole del figlio dissoluto: Ho peccato davanti a te, padre pietoso, ricevimi nella penitenza e trattami come uno dei tuoi mercenari.

 

Sabato delle Anime

Insieme con i santi dà riposo, o Cristo, alle anime dei tuoi servi, là dove non è affanno, né tristezza, né lamento, ma vita che non ha fine.

 

Domenica di Carnevale

Quando sulla terra verrai,o Dio, con gloria, tremerà l’universo e un fiume di fuoco scorrerà davanti al tuo tribunale, saranno aperti i libri e rese pubbliche le cose segrete. Liberami allora dal fuoco inestinguibile, e fammi degno di stare alla tua destra, o Giudice giustissimo.

 

Domenica dei Latticini

Guida di sapienza, elargitore di prudenza, educatore degli stolti e protettore dei poveri, conferma e ammaestra il mio cuore, o Sovrano: dammi tu una parola, o Parola del Padre, poiché ecco, io non trattengo le mie labbra dal gridare: Misericordioso, misericordia di chi ha prevaricato!

 

Domeniche I, II, III e IV della Grande Quaresima; Sabato dell’Akathistos

A te, conduttrice di schiere che mi difendi, io, la tua Città grazie a te riscattata da tremende sventure, o Madre di Dio, dedico questi canti di vittoria in rendimento di grazie. Tu che possiedi invincibile potenza, liberami da ogni specie di pericolo, affinché a te io acclami: Gioisci, sposa senza nozze!

 

Domenica V della Grande Quaresima

[Come le domeniche precedenti se cade il 25 marzo o prima; altrimenti, k. comune]

 

Marzo 24                vigilia

Con la discesa dello Spirito santissimo, alla voce dell’arcangelo, hai concepito Colui che col Padre regna ed è a lui consustanziale, o genitrice di Dio, riconciliazione di Adamo.

 

Marzo 25                annunciazione alla Madre di Dio

Conosciuto l’ordine che gli era stato dato segretamente, sollecito giunse l’incorporeo alla dimora di Giuseppe, e disse all’ignara di nozze: Colui che ha piegato i cieli con la sua discesa, immutabile, tutto è contenuto in te; e io, vedendo nel tuo grembo lui che ha preso forma di servo, in profondo stupore a te esclamo: Gioisci, sposa senza nozze!

 

Sabato di Lazzaro

La gioia di tutti, il Cristo, verità, luce, vita e risurrezione del mondo, è apparso per sua bontà agli abitanti della terra, ed è divenuto tipo della risurrezione, offrendo a tutti il divino perdono.

 

Domenica delle Palme

In cielo assiso in trono e in terra sull’asino, o Cristo Dio, tu hai accolto la lode degli angeli e l’acclamazione dei fanciulli che a te gridavano: Benedetto sei tu che vieni a richiamare Adamo dall’esilio.

 

Domenica di Pasqua [e sino all’apodhosis]

Benché disceso nella tomba, o immortale, hai abbattuto la potenza dell’ade, e sei risorto vincitore, o Cristo Dio, dicendo alle donne mirrofore: Gioite!, e donando ai tuoi apostoli la pace, tu che ai caduti offri la risurrezione.

 

Lunedì - sabato dopo la domenica di Tommaso

Con la sua destra indiscreta Tommaso ha esaminato, o Cristo Dio, il tuo vivificante costato, e giacché tu eri entrato a porte chiuse, insieme agli altri apostoli esclamava: Tu sei mio Signore e mio Dio.

 

Lunedì - sabato dopo la domenica delle Mirrofore

Dicendo alle mirrofore: Gioite!, hai fatto cessare il lamento della progenitrice Eva, o Cristo Dio, con la tua risurrezione, e ai tuoi apostoli hai comandato di proclamare: E’ risorto il Salvatore dal sepolcro.

 

Lunedì - sabato dopo la domenica del Paralitico

Signore, come un tempo rialzasti il paralitico, risolleva con la tua divina presenza la mia anima paurosamente paralizzata da ogni sorta di peccato e di azioni indegne, affinché io, trovando salvezza, acclami: Cristo pietoso, gloria al tua potere.

 

Mercoledì di Metà pentecoste [e sino alla sua apodhosis]

A metà della festa disposta dalla Legge, tu, creatore e sovrano di tutte le cose, Cristo Dio, dicevi ai presenti: Venite e attingete l’acqua dell’immortalità. Noi dunque ci gettiamo ai tuoi pedi e con fede gridiamo: Donaci la tua multiforme compassione, perché tu sei la sorgente della nostra vita.

 

Giovedì dell’Ascensione [e sino alla sua apodhosis]

Compiuta l’economia a nostro favore, e congiunte a quelle celesti le realtà terrestri, sei asceso nella gloria, o Cristo Dio nostro, senza tuttavia separarti in alcun modo da quelli che ti amano, ma rimanendo inseparabile da loro, dichiari: Io sono con voi, e nessuno è contro di voi.

 

Domenica di Pentecoste [e sino all’apodhosis]

Quando discese a confondere le lingue, l’Altissimo divise le genti; quando distribuì le lingue di fuoco, convocò tutti all’unità. E noi glorifichiamo a una sola voce lo Spirito tutto santo.

 

Domenica di Ognissanti [e sino all’apodhosis]

Quali primizie della natura all’autore del creato, la terra ti offre, Signore, i martiri teòfori. Per le loro suppliche, custodisci in pace perfetta la tua Chiesa, il tuo popolo, grazie alla Madre di Dio, o ricco di misericordia.

 

 

Luglio 2  la veste della Tuttasanta

Hai donato a tutti i fedeli come manto d’incorruttibilità, o puro, privilegiata dalla divina grazia, la sacra veste con la quale hai protetto il tuo corpo sacro, o divina protezione degli uomini: noi ne festeggiamo con amore la deposizione e, acclamando a te con fede, gridiamo: Gioisci, Vergine, vanto dei cristiani.

 

Luglio 25                dormizione di sant’Anna

Festeggiamo la memoria dei progenitori di Cristo, chiedendo con fede il loro aiuto, perché possiamo essere tutti liberati da ogni tribolazione, noi che gridiamo: o Dio, sii con noi, tu che, secondo il tuo beneplacito, li hai resi gloriosi.

 

Luglio     26            da oggi, k. del 6 agosto

 

Agosto 1 uscita della Croce

Tu che volontariamente sei stato innalzato sulla croce, dona, Cristo Dio, la tua compassione al popolo nuovo che porta il tuo nome; rallegra con la tua potenza i nostri fedeli regnanti, concedendo loro vittoria contro i nemici: possano avere la tua alleanza, arma di pace, invitto trofeo.

 

Agosto 5 vigilia

Oggi, per la divina trasfigurazione, tutta la natura mortale già divinamente risplende, e con gioia acclama: Si trasfigura il Cristo per salvare tutti.

 

Agosto 6 metamorfosi del Salvatore [e sino al 13 agosto compreso]

Ti sei trasfigurato sul monte, e i tuoi discepoli, per quanto ne erano capaci, hanno contemplato la tua gloria, o Cristo Dio, affinché, vedendoti crocifisso, comprendessero che la tua passione era volontaria, e annunciassero al mondo che tu sei veramente irradiazione del Padre.

 

Agosto 14               vigilia

Nella tua gloriosa memoria tutta la terra, spiritualmente adorna dello Spirito immateriale, lietamente a te acclama: Gioisci, Vergine, vanto dei cristiani.

 

Agosto 15               transito della Tuttasanta [e sino al 23 agosto compreso]

Tomba e morte non hanno trattenuto la Madre di Dio, sempre desta con la sua intercessione e immutabile speranza con la sua protezione; quale madre della Vita, alla vita l’ha trasferita Colui che nel suo grembo sempre vergine aveva preso dimora.

 

Agosto 24               da oggi, k. dell’8 settembre]

 

Agosto 31               la cintura della Tuttasanta

La preziosa cintura che ha cinto il tuo grembo dimora Dio, è per la tua Città, o Madre di Dio, forza invincibile e inesauribile tesoro di beni, o sola sempre vergine che hai potuto generare.

 

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 31-05-2020

Domenica dei Santi Padri del Primo Concilio Ecumenico; Santi Ermia e Mago, martiri; I Santi Cinque Martiri di Ascalone; San Eustazio, patriarca di Costantinopoli.

i santi di domani 01-06-2020

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP