Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




Natale 2013

data: 25-12-2013 - Messaggio di Sua Em.nza il Metropolita

Prot.n. 835/2013



+ GENNADIOS
PER GRAZIA DI DIO
METROPOLITA D’ ITALIA E MALTA
ED ESARCA PER L’EUROPA MERIDIONALE
A TUTTO IL SACRO CLERO ED AL PLEROMA FEDELE
DELLA NOSTRA SACRA ARCIDIOCESI ORTODOSSA

Amati figli nel Signore,
San Giovanni Crisostomo, Arcivescovo di Costantinopoli, uomo della Riconciliazione, Vescovo dell’Amore, amante del dialogo, in genere pastore umile, che sa combattere con perseveranza e pazienza, che sa sacrificarsi per la salvezza di ogni anima, afferma chiaramente che “prima della venuta di Cristo la nostra natura era dominata dal Diavolo, dal peccato e dalla morte. Mentre il Diavolo ingannava, il peccato invece sgozzava, la morte infine seppelliva”.

Dal momento che l’uomo era assoggettato alla tirannia della terribile e deleteria triplice situazione del Diavolo, del peccato e della morte, occorreva l’intervento dell’ineffabile amore divino allo scopo di liberare l’uomo tormentato e infelice.

A questo punto ci lasciamo illuminare dalla sapienza del Grande Atanasio in questo grande mistero della nostra salvezza: “Il Santissimo Figlio del Padre, immagine del Padre, è giunto nei nostri luoghi, per rinnovare l’uomo creato a propria immagine”. Il sapientissimo Pastore della Chiesa di Cristo, San Giovanni Crisostomo esclama con la massima solennità e splendore: “Cristo nasce, rendete gloria! Il Diavolo è stato svergognato, i demoni sono scomparsi! La morte è stata abolita, si è aperto il Paradiso! Il peccato è stato cacciato, l’errore è stato allontanato! La verità si è manifestata, il sole di giustizia è brillato, ha illuminato ed ha donato la salvezza e la vita eterna”! Per tutti questi motivi chiama la festa di Natale “Metropoli di tutte le feste”.


I sublimi inni melodici della nostra Chiesa Madre Ortodossa ammirano, lodano e annunciano in modo estremamente chiaro tutta la verità del Mistero dell’Incarnazione del Signore e la salvezza del genere umano. Gli inni del Santo Natale c’invitano tutti all’esultanza natalizia, all’autentica gioia del Paradiso.

L’augurio di “Buon Natale” sta a indicare il nostro fattivo incontro col nostro Salvatore Cristo, nella storia della redenzione, dell’esultanza e della Glorificazione, dove toccheremo anche il tempo, dono estremamente necessario e divino per la prosecuzione della nostro percorso terrestre, il Tempo Nuovo, che ci auguriamo essere sempre per noi luce e speranza, pace, carità, fratellanza, amore e preghiera indirizzata al “Dio prima dei secoli”, “incarnato per opera dello Spirito Santo” per la nostra salvezza.

Festeggiamo con letizia questo nuovo ingresso nel Nuovo Anno donato dalla Bontà del Signore e con gioia inneggiamo al Signore come gli Angeli e ammiriamo come i Pastori. La verità e la giustizia esistono in Cristo e sono una lieta occasione, poiché ci sono offerti per il Nuovo Anno da “Cristo che è nato”, che “ci ha visitati”.

" Il Nuovo Anno sia benedetto dal Signore, Pacifico e propizio in tutto” !

Venezia, Campo dei Greci, 25 dicembre 2013



+ Metropolita Gennadios
Arcivescovo Ortodosso d’Italia a Malta ed
Esarca per l’Europa Meridionale  


 

Il Metropolita Gennadios
Arcivescovo Ortodosso d’Italia e Malta



Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 09-12-2019

i santi di domani 10-12-2019

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP