Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




TENUTO AL FANAR UN FORUM SULLA MODERNA SCHIAVITU’

data 07-02-2017; categoria: Eventi

Istanbul dal 6 al 7 febbraio 2017



 TENUTO AL FANAR UN FORUM SULLA MODERNA SCHIAVITU’

"Signore, libera i prigionieri. Ricordati, o Dio, dei processati, dei condannati alle miniere, dei carcerati, ai lavori forzati, di coloro che sono in ogni afflizione, difficoltà e pericolo... Tu sei infatti, o Signore, l’aiuto degli abbandonati, la speranza dei disperati, la salvezza dei naufraghi". (Dalla Liturgia di S. Basilio)

            Si è tenuto a Istanbul dal 6 al 7 febbraio 2017, col patrocinio di Sua Santità il Patriarca Ecumenico Bartolomeo, un Forum sulla schiavitù moderna, promosso dal Patriarcato Ecumenico unitamente alla Chiesa d'Inghilterra. Il Forum è nato da una conversazione tra Sua Santità e Sua Grazia l'Arcivescovo di Canterbury Justin, durante la visita formale del Patriarca al Lambeth Palace dal 2 al 4 novembre 2015, in restituzione alla prima visita dell'Arcivescovo Justin al Fanar dal 13 al 14 gennaio 2014.

            Lo scopo di questo incontro era quello di riunire illustri studiosi, professionisti e politici di tutto il mondo per discutere della moderna schiavitù e sottolineare la tutela della dignità umana e della libertà come un fatto di vitale importanza per la Chiesa, così come per le comunità religiose e dei diritti umani in tutto il mondo. Questa priorità è stata chiaramente articolata in occasione del Santo e Grande Sinodo della Chiesa Ortodossa a Creta (giugno 2016), in cui i Primati e i Vescovi ortodossi hanno dichiarato nella loro Enciclica finale: “La Chiesa non vive per se stessa. Offre se stessa all’intera umanità, attraverso l’elevazione e il rinnovamento del mondo in cieli nuovi e terra nuova”.

            Nel suo discorso il Patriarca Bartolomeo ha osservato: "La Chiesa Ortodossa è stata accusata di trascurare il mondo a favore del culto liturgico e della vita spirituale, volgendosi in primo luogo al Regno di Dio che viene, trascurando le sfide del presente. Di fatto però, tutto ciò che la Chiesa dice, qualsiasi cosa la Chiesa faccia, esso viene fatto nel nome di Dio e a favore della dignità umana e del destino eterno dell'essere umano. È impossibile per la Chiesa chiudere gli occhi al male, essere indifferente al grido dei bisognosi, oppressi e sfruttati. La vera fede è fonte di lotta permanente contro i poteri di disumanità".

            Sua Santità il Patriarca Ecumenico Bartolomeo e Sua Grazia l'Arcivescovo Justin Welby hanno firmato una dichiarazione congiunta, "condannando ogni forma di schiavitù umana come il più atroce dei peccati, in quanto viola il libero arbitrio e l'integrità di ogni essere umano creato a immagine di Dio". Hanno anche "incoraggiato i leaders a trovare modi appropriati ed efficaci per perseguire coloro che sono coinvolti nel traffico di esseri umani, prevenendo ogni forma di moderna schiavitù, e per proteggere queste vittime nelle nostre comunità e promuovere speranza ovunque le persone sono sfruttate".

            Infine, il Patriarca Ecumenico e l'Arcivescovo di Canterbury hanno istituito una task force congiunta sulla moderna schiavitù.

Patriarcato Ecumenico, 7 Febbraio 2017

Dalla Segreteria del Santo e Sacro Sinodo



Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 21-05-2019

Santi Costantino ed Elena, coronati da Dio, pari agli Apostoli.

i santi di domani 22-05-2019

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP