Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




Dialogo sui comandamenti dell’amore

 

di san Basilio il grande




 

Regole più ampie, Q 1-2

 

 

Dialogo sui comandamenti dell’amore

 

Di San Basilio Magno

 

         Vi preghiamo prima di dirci se i comandamenti di Dio si seguono secondo un certo ordine. Cioè se c’è un primo comandamento, un secondo, un terzo e così via?

 

         Il Signore in persona ha determinato l’ordine da osservare nei suoi comandamenti. Il primo e il più grande è quello che riguarda alla carità verso Dio, e il secondo, che è simile al primo, o piuttosto ne è il compimento e la conseguenza, riguarda all’amore per il prossimo.

 

         : Parlateci prima dell’amore per Dio. Siamo d’accordo che si deve amare Dio, ma come dobbiamo amarlo?...

         : L’amore verso Dio non si insegna. Nessuno ci ha insegnato a godere della luce né a custodire la vita al di sopra di tutto; allo stesso modo nessuno ci ha insegnato ad amare coloro che ci hanno dati alla luce e ci hanno educati. Allo stesso modo, o piuttosto, a maggior ragione, non impariamo ad amare Dio per mezzo di un insegnamento esteriore. Nella natura stessa degli essere viventi – voglio dire dell’uomo – è stato deposto una sorta di germoglio che contiene in sé il principio di questa disposizione ad amare. Alla scuola dei comandamenti di Dio conviene cogliere questo germoglio, coltivarlo diligentemente, nutrirlo con cura, e portarlo al suo sbocciare mediante la grazia divina. Approvo il vostro zelo. Esso è indispensabile per giungere alla meta.

 

         Si deve sapere che questa virtù di carità è una, ma in potenza abbraccia tutti i comandamenti. “Se uno mi ama, dice il Signore, osserverà la mia parola” (Gv 14,23), e ancora: “Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti” (Mt 22,20).

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 12-12-2019

San Spiridione, vescovo di Trimitunte, taumaturgo; San Sinesio, martire; San Alessandro, vescovo di Gerusalemme, ieromartire; San Amonato di Pelusio; San Anto di Palestina; Sante Eufimiana e Febe; San Eterio, martire; San Giovanni, metropolita di Zicna e fondatore di Menikion.

i santi di domani 13-12-2019

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP