Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




La nostra luce è Cristo, il quale è risorto

 

di Sant’Agostino, vescovo di Ippona




 

Esposizione sul salmo 126 ; CCSL 40, 1859

(Nuova Biblioteca Agostiniana) 

 

 

« Ecco, noi stiamo salendo a Gerusalemme »

 Sant’Agostino

 

         Cosa significa: “Vano è per voi levarvi prima della luce” (Sal 126,2)?... La nostra luce è Cristo, il quale è risorto, ed è bene per te muovere i passi dietro a Cristo, non davanti a Cristo. Chi sono coloro che si muovono davanti a Cristo?... Coloro che pretendono essere altolocati quaggiù dove egli fu umile. Se pertanto desiderano la gloria là dove Cristo è glorificato, occorre che siano umili quaggiù. Diceva infatti il Signore rivolto a coloro che si erano uniti a lui mediante la fede, tra i quali siamo anche noi se, come loro, crediamo in Cristo con purezza di cuore: “Padre, voglio che quanti mi hai dati siano con me là dove sono io” (Gv 17,25). Grande dono, miei fratelli! Grande grazia, grande promessa!... Vuoi dunque essere là dove è Cristo nella gloria? Sii umile là dove egli fu umile.

 

 “Non c'è discepolo più grande del maestro” (Mt 10,24)... Tali erano i figli di Zebedeo, i quali, prima di umiliarsi conformandosi alla passione del Signore, già si sceglievano il posto dove sedersi: uno alla sua destra, l'altro alla sua sinistra. Volevano “levarsi prima della luce”, e perciò erano sul cammino verso la vanità. Ascoltando le loro intenzioni, il Signore li richiamò all'umiltà e disse loro: “Potete bere al calice dal quale io berrò?  Io sono venuto ad umiliarmi e voi volete precedermi sognando le altezze? Dove cammino io, là occorre che mi seguiate - disse -; poiché se volete muovervi in una direzione diversa dalla mia, vano è per voi levarvi prima della luce.”

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 18-04-2019

San Giovanni, l'Isaurico; San Saba, il Goto, martire; San Cosmas, vescovo di Calcedonia; San Eutimio, il taumaturgo; San Naucrazio lo Studita; Santa Atanasia, la taumaturga; San Giovanni di Ioannina, neomartire; San Giovanni Koulikas, neomartire.

i santi di domani 19-04-2019

San Pafnuzio di Gerusalemme, neomartire; Santi Teodoro di Perga, Filippa, Socrate e Dionisio, martiri; San Giorgio, vescovo di Antiochia; San Trifon, patriarca di Costantinopoli; San Simeone di Filoteou; San Agatangelo di Esfigmenou, neomartire.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP