Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




«Se credeste infatti a Mosè, credereste anche a me; perché di me egli ha scritto»

 

di San Girolamo




 

Gv 5, 31-47

Lettera 53, a san Paolino, vescovo di Nola

 

«Se credeste infatti a Mosè, credereste anche a me; perché di me egli ha scritto»

di San Girolamo

 

         C’è una “sapienza di Dio, misteriosa e rimasta nascosta, che Dio ha preordinato prima dei secoli per la nostra gloria”. Questa sapienza di Dio, è Cristo; Egli è “potenza di Dio e sapienza di Dio”... Nel Figlio infatti “sono nascosti tutti i tesori della sapienza e della scienza” ; nascosto nel mistero, destinato prima dei secoli, egli è stato predestinato e prefigurato nella Legge e nei Profeti.

         Per questo motivo, i profeti erano chiamati “veggenti”; vedevano infatti colui che era rimasto nascosto e sconosciuto dagli altri. Anche Abramo “vide il suo giorno e se ne rallegrò”. Per Ezechiele il cielo si è aperto, mentre per il popolo peccatore rimaneva chiuso. “Aprimi gli occhi, disse Davide, perché io veda le meraviglie della tua Legge”. La Legge infatti è spirituale, per capirla, bisogna che “il velo sia tolto” e che sia contemplata “la gloria del Signore a viso scoperto”.

         Nell’Apocalisse, viene mostrato un libro sigillato con sette sigilli... Quanti uomini oggi, mentre pretendono di essere istruiti, tengono in mano in effetti un Libro sigillato! E sono incapaci di aprirlo a meno che non venga aperto da “colui che ha la chiave di Davide: quando egli apre nessuno chiude, e quando chiude nessuno apre”. Negli Atti degli Apostoli, l’eunuco  stava leggendo il profeta Isaia...; eppure, ignorava colui che stava venerando in questo libro senza conoscerlo. Sopravvenne Filippo; gli mostrò Gesù nascosto sotto la lettera... Capisci dunque che non puoi incamminarti nelle Sacre Scritture senza avere una guida che ti mostri la strada.

 

(Riferimenti biblici : 1 Cor 2,7 ; 1 Cor 1,24 ; Col 2,3 ; 1 Sm 9,9 ; Gv 8,56 ; Sal 118,18 ; 2 Cor 3,16-18 ; Ap 5,1 ; Ap 3,7 ; At 8,26s)

 

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 12-12-2019

San Spiridione, vescovo di Trimitunte, taumaturgo; San Sinesio, martire; San Alessandro, vescovo di Gerusalemme, ieromartire; San Amonato di Pelusio; San Anto di Palestina; Sante Eufimiana e Febe; San Eterio, martire; San Giovanni, metropolita di Zicna e fondatore di Menikion.

i santi di domani 13-12-2019

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP