Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




IL CIECO NATO

 

di Sant’Ireneo di Lione




 

Contro le eresie V,15,2-4 ; SC 153, 205-211

 

 

IL CIECO NATO

 Sant’Ireneo di Lione

 

         Agendo in favore del cieco nato, non semplicemente con una parola bensì con un’azione il Signore gli ha reso la vista. Non ha agito in questo modo senza ragione o per caso, ma per fare conoscere la Mano di Dio che, in principio, aveva plasmato l’uomo. Perciò quando i suoi discepoli gli hanno domandato per colpa di chi, sua o dei suoi genitori quest’uomo era nato cieco, il Signore ha dichiarato : « Né lui ha peccato né i suoi genitori, ma è così perché si manifestassero in lui le opere di Dio ».  Queste « opere di Dio », sono prima la creazione dell’uomo. Infatti la Scrittura ce la descrive proprio come un’azione : « Allora il Signore Dio plasmò l’uomo con polvere del suolo » (Gen 2,7). Per questo il Signore sputò per terra, fece del fango con la saliva, e spalmò il fango sugli occhi del cieco. Mostrava così in quale modo ebbe luogo la creazione originale, e per coloro che erano in grado di capire, manifestava la Mano di Dio che aveva plasmato l’uomo con la polvere…

 

         E poiché, in questa carne plasmata in Adamo, l’uomo era caduto nella trasgressione e quindi aveva bisogno del lavacro di rigenerazione (Tt 3,5), il Signore ha detto al cieco nato, dopo aver spalmato il fango sui suoi occhi : « Va’ a lavarti nella piscina di Sìloe ». Gli concedeva nello stesso tempo il rimodellare e la rigenerazione operata dal lavacro. Perciò, dopo essersi lavato, « tornò che ci vedeva », affinché potesse riconoscere colui che lo aveva rimodellato e imparasse allo stesso tempo chi fosse il Signore che gli aveva reso la vista…

 

         Così colui che, in principio, aveva plasmato Adamo e al quale il Padre aveva detto : « Facciamo l’uomo, a nostra immagine, a nostra somiglianza » (Gen 1,26), proprio lui, in persona si è manifestato agli uomini alla fine dei tempi e ha rimodellato gli occhi di questo discendente di Adamo.

 

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 15-07-2020

Santi Quirico e Giulitta, martiri; San Lolliano, martire; San Abudemo di Tenedo, martire; Il ritrovamento della testa di santa Matrona di Chio; Santa Asia, la taumaturga.

i santi di domani 16-07-2020

San Atenogene, vescovo di Pidactoe, ieromartire; San Atenogene, martire; San Fausto, martire; San Antioco, martire; I Santi 15.000 Martiri di Pisidia; Santa Giulia di Corsica, martire.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP