αναζητηση

εγγραφο στο newsletter


Sacra Arcidiocesi Ortodossa d'Italia e Malta

Βιβλία



“Io sono il pane della vita”

 

di San Cirillo di Gerusalemme




 

Catechesi, 22

 

 

 

“Io sono il pane della vita”

 di San Cirillo di Gerusalemme

 

         Quando Cristo in persona dice riguardo al pane : « Questo è il mio corpo », chi potrebbe esitare ? E quando egli afferma : « Questo è il mio sangue », chi potrebbe dubitare ? Un tempo a Cana di Galilea, Gesù ha cambiato l’acqua in vino – il vino, fratello del sangue – chi ora rifiuterebbe di credere, mentre egli cambia il vino in sangue ? Invitato alle nozze secondo la carne, ha operato questo miracolo stupendo ; a maggior ragione, come potremmo rifiutare di riconoscere che concede agli « invitati a nozze » (Mt 9,11) la gioia del suo Corpo e del suo Sangue ?

 

         Il suo corpo infatti ti è stato dato sotto l’apparenza del pane, e il suo sangue sotto l’apparenza del vino affinché, avendo partecipato al corpo e al sangue di Cristo, tu fossi con lui un unico corpo e un unico sangue. Così diventiamo dei « portatori di Cristo » [Cristofori]. Il suo corpo e il suo sangue si diffondano nelle nostre membra ; ecco come diventiamo partecipi della natura divina. Un tempo, intrattenendosi con i giudei, Cristo diceva : « Se non mangiate la mia carne e non bevete il mio sangue, non avrete in voi la vita » (Gv 6,54). Se il pane e il vino ti sembrano meramente naturali, non fermarti qui… Se i tuoi sensi ti sviano, la tua fede ti sostenga.

 

         Quindi mentre ti avvicini per riceverlo, non avanzare senza rispetto, stendendo le palme delle mani, con le dita allargate. Invece, poiché sulla mano destra riposerà il Re, fagli un trono con la mano sinistra, e nell’incavo della mano ricevi il Corpo di Cristo e rispondi : Amen !

 


Δωρισε το 8 τοις χιλιοις

ΑΓΙΟΙ ΤΗΣ ΗΜΕΡΑΣ

i santi di oggi 12-12-2019

San Spiridione, vescovo di Trimitunte, taumaturgo; San Sinesio, martire; San Alessandro, vescovo di Gerusalemme, ieromartire; San Amonato di Pelusio; San Anto di Palestina; Sante Eufimiana e Febe; San Eterio, martire; San Giovanni, metropolita di Zicna e fondatore di Menikion.

i santi di domani 13-12-2019

Μοιραστειτε το

Bookmark This

Follow Us

TOP