Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




12.05: San Leone di Modone (Methoni)

 

a cura della Chiesa Greco-Ortodossa di San Paolo Apostolo dei Greci, Reggio di Calabria




 

San Leone di Modone (Methoni)

San Leone il taumaturgo è nato in Calabria. Fin dalla fanciullezza ha amato Dio e ha cercato di avvicinarsi a Cristo attraverso la preghiera e l'ascesi. Fin dall'infanzia non si distrasse con i soliti giochetti e nella vita mondana ma ha sempre avuto la sua mente rivolta a Dio.
Partecipò alle funzioni divine e si aprì la via verso le virtù costantemente pregando e ringraziando Dio. Aiutava i poveri in ogni modo. Trascorse la sua vita a piedi nudi, vestito con un'unica semplice tunica, digiunando e costantemente vegliando. Con la continua ascesi superò i limiti dell'umana natura e divenne dimora dello Spirito Santo. Le persone a lui vicine lo rispettavano e lo ammiravano. Ma non desiderava la gloria umana e perciò partì per Gerusalemme. Ma non vi arrivò mai poiché passando da Modone, in Messenia, a causa della stanchezza fisica si ammalò e morì. I marinai della nave seppellirono il suo santo corpo nella regione di Modone. Dopo anni il vescovo Nicola di Modone (+ 1135), uomo saggio, vide nel sonno san Leone. Il vescovo Nicola effettuò la traslazione delle reliquie del Santo insieme al clero e al popolo di Modone. Le sacre reliquie furono poste in una teca ed i fedeli di Modone onorarono il Santo erigendo a suo nome una chiesa. Col tempo la sua memoria si interruppe.
Il ricordo del Santo cessò circa nel 1600 e dopo molti anni dal 2011, sotto il Metropolita di Messenia, Crisostomo III, per divina grazia, nuovamente a Modone di Messenia, la sua memoria si celebra il 12 maggio.

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 09-12-2019

i santi di domani 10-12-2019

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP