Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




31.01: memoria dei santi martiri Ciro e Giovanni gli Anargiri che hanno lottato all'epoca dell'imperatore Diocleziano ( 284 - 305 dC ), di Atanasia e delle sue tre figlieTeodota, Teoktista ed Eudocia

 

a cura della Chiesa Greco-Ortodossa di San Paolo Apostolo dei Greci, Reggio di Calabria




 

Il 31 di questo mese, memoria dei santi martiri Ciro e Giovanni gli Anargiri che hanno lottato all'epoca dell'imperatore Diocleziano ( 284 - 305 dC ), di Atanasia e delle sue tre figlieTeodota, Teoktista ed Eudocia.

San Ciro era originario d'Alessandria d'Egitto, San Giovanni invece di Edessa in Mesopotamia. 

Quando finì la persecuzione di Diocleziano, San Ciro andò in una località marittima d'Arabia e lì prese l'abito monastico e visse in quel luogo. 

San Giovanni andò a Gerusalemme e lì sentì parlare dei miracoli compiuti da San Ciro e andò ad Alessandria. Da lì, dopo aver appreso da varie voci dove dimorava san Ciro, vi andò, lo trovò e rimase con lui. San Sofronio, patriarca di Gerusalemme ( celebrato l'11 marzo ), scrisse dei loro miracoli poiché i Santi guarirono i suoi occhi. 

Durante il periodo della persecuzione fu arrestata anche santa Atanasia, che era vedova, e le tre figlie Teodota Teoktisti e Eudossia. La notizia scosse Ciro e Giovanni. Così i santi poiché temevano che non avrebbero potuto sopportare la crudeltà delle torture, a causa della debolezza della natura della donna, si precipitarono per star loro vicino e per dar loro coraggio, preparando anche loro stessi per il martirio. E in effetti, furono arrestati e portati al governatore. Lì proclamarono con coraggio e fermezza, la fede in Dio. Invano il governatore ordinò di piegare il valore della madre, dimostrandole che le sue figlie le attribuivano la colpa . Una volta si girò verso le sue figlie, per rafforzarle dicendo che la bellezza fisica è temporanea e per l'eternità si mantiene la bellezza immortale dell'anima umana. Esse dissero alla loro madre che sentivano una grande gioia, perché stavano per lasciare questo vano mondo insieme a lei per l'amore per Cristo e mai si sarebbero separate da lei. Il governatore si infuriò ed ordinò di inviarle a molte e crudeli torture. Dopo tortura, furono decapitati San Ciro e San Giovanni, nell'anno 292 dC. Allo stesso modo furono martirizzate anche santa Atanasia con le tre figlie. La vita e il loro martirio fu scritto dal sapientissimo Sofronio.

 

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 20-07-2019

San Elia, il profeta; San Elia I, patriarca di Gerusalemme e Flaviano II, patriarca di Antiochia.

i santi di domani 21-07-2019

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP