Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




29.10: Memoria di San Cirillo martire a Roma sotto Valeriano nel 253 o nel 262

 

a cura del Protopresbitero Giovanni Festa




 

San Cirillo martire a Roma sotto Valeriano nel 253 o nel 262

 

“S. Cirillo romano martire il quale per aver portato da bere acqua a S. Anastasia monaca, richiesta nel maggior fervore dei suoi tormenti fu preso, torturato, e con essere decapitato, ricevette la corona del martirio a S. Maria”.
Il card. Baronio nel suo trattato sulle vite dei Santi, sotto l’anno di Cristo 262, par. 357, scrive: “sotto gli imperatori Valeriano e Galieno, moltissimi cristiani furono martirizzati a Roma ed in altre città dell’impero.
Fra l’altro furono martirizzati il 28 ottobre Cirillo e 40 cristiani subirono il martirio a Roma in Via Lauticana"
.
Nel martirologio romano ed in quello milanese sotto il giorno 28 ottobre dell’anno 262 così si legge: martirio di S: Cirillo avvenuto a Roma.
Il corpo di questo martire fu trasportato a Sacconago un quartiere di Busto Arsizio  dove si celebra le festa il 28 ottobre. Da quanto si è detto risulta che S. Cirillo fu martirizzato l’anno 262, il giorno 28 ottobre sotto gli imperatori Valeriano e Galieno, nel papato di Dionisio e che è stato decapitato a Roma. L’autenticità del suo martirio è dimostrata dall’ampollino che ne raccoglie il sangue sparso, posto accanto al Corpo Glorioso.
Nel 1880 venne fatta la revisione delle reliquie del Santo da una Commissione Arcivescovile che dichiarò autentico il corpo del Santo.
Intorno alla storia del martire esiste una venerabile tradizione. Raccontano che san Cirillo era destinato alla borgata di Busto Arsizio.
L’urna del Santo veniva trasportata dal viaggio da Roma, su un carro trainato da buoi. Il carro, giunto davanti alla Chiesa di Sacconago, si fermò: i buoi non volevano andare avanti e aggiogarono altri buoi, ma anche questi non vollero proseguire.
Il popolo sacconaghese gridò allora al miracolo e volle per sé il corpo di S. Cirillo.
I bustesi ne presero la tunica e gli conservarono una gran devozione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 14-12-2019

San Apollonio, martire; Santi Arriano, martire e compagni; Santi Tirso, Callinico, Leucio, Filemone e Ippazio.

i santi di domani 15-12-2019

San Eleuterio, vescovo di Illiria e compagni, martiri; San Eleuterio, il cubiculario, martire; Santa Susanna, martire; San Bacco il nuovo, martire; San Stefano, vescovo di Sourozh; San Paolo del Monte Latro.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP