Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




21.11: Memoria di San Rufo discepolo di San Paolo a Roma

 

a cura del Protopresbitero Giovanni Festa




 

San Rufo discepolo di San Paolo a Roma

 

Lettera ai Romani capitolo XVI versetto 13- “Salutate Rufo, questo eletto nel Signore, e la madre sua che è anche mia”

Salutandolo assieme alla madre, «sua e anche mia», Paolo lo definisce con una formula che non ricorre altrove nell’epistolario, in riferimento a una singola persona: «l’eletto (eklektós) del Signore»  Questo indica un rapporto di particolare predilezione, o quantomeno di grande riconoscenza. Ed è ciò che farebbe pensare anche l’espressione «sua e pure mia», riferita alla madre: molto probabilmente Paolo allude a una maternità “spirituale”, forse a un aiuto concreto che questi due personaggi, ma in modo particolare la madre di Rufo, per l’appunto, potrebbero avergli fornito in una circostanza a noi ignota.

 

 


OFFRO 8 PER MILLE PER LA SALVEZZA DEL CREATO

Santi di oggi

i santi di oggi 01-10-2022

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlUCs5lZ on line 37

i santi di domani 02-10-2022

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlUCs5lZ on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP