Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




26.11: Memoria del Santo neo-martire Giorgio di Chios

 

traduzione a cura di Spyridon Colucci




 

26 Novembre: Memoria del Santo neo-martire Giorgio di Chios
Giorgio nacque nell’isola di Chio da genitori cristiani e, sin da piccolo, fu apprendista di un abile falegname. Un giorno, si trovavano nell’isola di Psara impegnati nella costruzione di alcuni iconostasi; Giorgio insieme con altri ragazzi fuggì di nascosto dalla falegnameria e furono sorpresi a rubare meloni. Condotto davanti al giudice turco per paura della punizione accettò di diventare musulmano con il nome di Ahmed. Quando ebbe dieci anni, ritornò nuovamente a Chio piangendo e lamentando la sua apostasia. Suo padre, quindi, per nasconderlo dai Turchi lo affidò alle cure di un buon cristiano di nome Kydonias. Più tardi fu adottato da un’anziana donna che lo confermò nella Fede. All’età di ventidue anni, si fidanzò con una ragazza della città ma, poco tempo dopo, avendo litigato con il fratello della ragazza fu denunciato da quest’ultimo alle autorità turche come apostata dell’Islam. Giorgio fu imprigionato e torturato, ma le sofferenze insieme all’incontro con un altro confessore della Fede servirono solamente a rafforzarlo nell’amore di Cristo e condurlo alla scelta di donare la sua vita per Lui. Nella notte del 24 novembre 1897, egli si comunicò ai Santi Misteri e iniziò a prepararsi tranquillamente alla morte. Il giorno seguente le autorità decisero la sua esecuzione; i sacerdoti della città radunarono tutti i fedeli per una notte di veglia per chiedere a Dio di dare coraggio e perseveranza al nuovo Martire nell’ora della sua prova. Alle prime luci dell’alba mentre i canti e gli inni risuonavano nella chiesa, Giorgio, ripetendo continuamente il nome di Gesù e della Sua Santissima Madre, fu condotto al luogo dell’esecuzione, dove fu prima fucilato e poi decapitato. Così, la sua anima partì per unirsi al coro dei Santi Martiri.

Per le sue preghiere,Signore Gesù Cristo Dio nostro, abbi misericordia di noi e salvaci. Amin.

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 17-02-2020

San Teodoro, la recluta, grande martire; Santa Marianna, sorella di san Filippo; San Teostericto; Il ritrovamento delle reliquie di San Minas ad Alessandria; Santi Marciano e Pulcheria, imperatori; San Aussibio, vescovo; San Teodoro di Bisanzio, neomartire.

i santi di domani 18-02-2020

San Leone I, papa di Roma; Santi Leone e Paregorio di Patara, martiri; San Agapito, vescovo di Sinao; Santi Vittorino, Doroteo, Teodoulos e Agrippa; San Piulios, martire.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP