Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




08.04: Memoria di Santo Amanzio Vescovo di Como

 

a cura del Protopresbitero Giovanni Festa




 

Santo Amanzio Vescovo di Como

 

Martirologio Romano: A Como, sant’Amanzio, vescovo, che sedette per terzo sulla cattedra di questa Chiesa e fondò la basilica degli Apostoli.

 

Tratto da

http://www.santiebeati.it/dettaglio/48900

 

 

Nato a Canterbury in Inghilterra, parente per parte di madre di Teodosio III o di qualche altro imperatore dei sec. IV-V, fu terzo vescovo di Como, successore di S. Provino (morto nel 420). Avendo riportato da un viaggio a Roma alcune reliquie degli apostoli Pietro e Paolo, costruì in loro onore una chiesa, rifatta in stile romanico nel sec. IX e dedicata a S. Abbondio, suo valido aiutante e successore intorno al 450. 
Morì l'8 aprile, giorno della sua festa, di un anno non precisabile, probabilmente del 448. Le sue reliquie, conservate a Como nella Chiesa da lui costruita, il 2 luglio 1590 furono trasferite nella chiesa dei Gesuiti, della quale è patrono insieme con S. Felice.

Tratto da

http://www.ilsussidiario.net/News/Cronaca/2011/4/8/SANTO-DEL-GIORNO-8-aprile-2011-sant-Amanzio-terzo-vescovo-di-Como/2/166307/

 

Si festeggia oggi, 8 aprile, come santo del giorno Sant' Amanzio che fu vescovo di Como, vissuto nel 5 secolo. Egli viene solitamente rappresentato col bastone pastorale come suo emblema, a indicare il suo compito di vescovo. Sant’Amanzio fu il terzo a sedersi sulla cattedra di questa Chiesa e fondò la basilica degli Apostoli. 
Sant' Amanzio non era italiano di origine: egli infatti nacque a Canterbury in Inghilterra, parente per parte di madre di Teodosio III o di qualche altro imperatore dei secoli tra il quarto e il quinto e succedette sulla cattedra di Como a San Provino (morto nel 420). Il bel duomo romanico che sorge nel centro di Como si deve, almeno come idea in origine, proprio a lui: come idea, perché fu sant’Amanzio a porne le fondamenta e farla costruire, ma l’attuale chiesa fu successivamente rifatta in stile romanico nel nono secolo. Egli la fece costruire per custodirvi le reliquie degli apostoli Pietro e Paolo che aveva portato con sé da un viaggio a Roma. Inizialmente la chiesa fu proprio dedicata ai questi primi due apostoli delle genti.

In seguito venne dedicata a  sant’Abbondio, che fu proprio un valido aiutante di sant’Amanzio e gli succedette nel 450.
Morì l'8 aprile, giorno in cui appunto viene ricordato, gli storici però non sono riusciti a determinare con esattezza, si ipotizza nel 448. Le sue reliquie, furono inizialmente conservate a Como proprio in sant’Abbondio, ma successivamente, il 2 luglio 1590 furono trasferite nella chiesa dei Gesuiti, della quale è patrono insieme con S. Felice

 

Consultare anche

Sant’Amanzio Vescovo di Como

In

https://books.google.it/books?id=TL9aAAAAcAAJ&pg=PA270&lpg=PA270&dq=santo+amanzio+vescovo+di+como&source=bl&ots=yMA4wDySQr&sig=LQC7FcptGOSW3_X1EuQZZ0oeFOc&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwiMxs6wz6HaAhVEkRQKHTXrCQoQ6AEIYzAI#v=onepage&q=santo%20amanzio%20vescovo%20di%20como&f=false

 

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 30-05-2020

San Isacco, il confessore; San Natalio, martire; Santi Eusebio, Romano, Melezio, Caralambo, Cristiana e i loro compagni, martiri, San Euplo, martire; San Barlaam, martire.

i santi di domani 31-05-2020

Domenica dei Santi Padri del Primo Concilio Ecumenico; Santi Ermia e Mago, martiri; I Santi Cinque Martiri di Ascalone; San Eustazio, patriarca di Costantinopoli.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP