Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




28.05: Memoria di San Senatore, Vescovo di Milano (verso il 480)

 

a cura del Protopresbitero Giovanni Festa




 

San Senatore, Vescovo di Milano (verso il 480)

Martirologio Romano: A Milano, san Senatore, vescovo, che, ancora sacerdote, il papa san Leone Magno aveva mandato come legato a Costantinopoli

Tratto da
http://www.santiebeati.it/dettaglio/92056
San Senatore fu il ventunesimo vescovo di Milano. Sant’Ennodio di Pavia nei suoi scritti riferisce che questo vescovo era un uomo di grande eloguenza e sagacia.
Di San Senatore non si sa molto. Di certo si sa che nell’anno 450 circa, quando era ancora sacerdote, assieme al famoso vescovo di Como Sant’Abbondio, fu mandato da San Leone Magno come legato papale a Costantinopoli. La missione consisteva nel notificare al patriarca di questa città e alla corte imperiale la condanna papale dell’eresia di Eutiche.
Tornato da Costantinopoli, sempre insieme a Sant’Abbondio, fu incaricato di recapitare una lettera del papa San Leone I all’allora vescovo di Milano, Sant’ Eusebio.
Nel settembre del 451, sempre con Sant’Abbondio di Como, fece nel sinodo milanese, presenti 16 vescovi di tutta l’Italia settentrionale, una relazione del suo viaggio in Oriente.
Secondo la lista dei vescovi di Milano, San Senatore successe a S. Benigno e resse la cattedra ambrosiana per tre anni, dal 472 al 475.
A San Senatore viene attribuito la costruzione della basilica milanese che il santo vescovo dedicò alla santa martire calcedonese Sant’Eufemia, nella cui chiesa si tenne il IV concilio ecumenico che condannò, appunto, l’eresia di Eutiche. San Senatore è sepolto in questa basilica.
Il santo viene festeggiato, da solo, il 28 maggio e, insieme a tutti i santi vescovi milanesi, il 25 settembre.
Tratto da
http://www.ilsussidiario.net/News/Cronaca/2014/5/29/SANTO-DEL-GIORNO-Il-29-maggio-si-celebra-San-Senatore-da-Settala-arcivescovo-di-Milano/503302/
San Senatore da Settala, arcivescovo di Milano dal 472 fino alla sua morte. Il Santo è vissuto infatti nel corso del quinto secolo e le poche notizie riguardo la sua vita sono giunte a noi grazie agli scritti di Sant’Ennodio, vescovo di Pavia, che lo definisce come uomo di grande eloquenza e sagacia. Senatore è nato a Settala, comune italiano della provincia di Milano che attualmente conta poco più di 7 mila e 300 abitanti. Sappiamo anche che sin da giovanissimo San Senatore decise di intraprendere la carriera ecclesiastica, probabilmente anche influenzato da colui che sarà la sua guida spirituale, l’allora vescovo di Como Sant’Abbondio. Si ha notizia di un compito che venne affidato a San Senatore intorno al 450 direttamente dal Papa, il quale lo inviò a Costantinopoli per informare di alcune suoi giudizi negativi su quanto stava accadendo nel mondo. In particolare, Senatore si recò dal Patriarca di Costantinopoli e dall’Imperatore di quello che era all’epoca l’Impero Romano d’Oriente, per metterli a conoscenza della contrarietà del Papa rispetto all’eresia eutichiana. Non appena rientrato dal viaggio a Costantinopoli sempre in compagna di Sant’Abbondio, viene incaricato da Papa Leone I di consegnare una sua lettera all’allora arcivescovo di Milano Sant’Eusebio Pagani. L’anno successivo venne invitato a partecipare ad un sinodo milanese dove erano presenti praticamente tutti i vescovi della città e dove fece una sorta di riassunto dei risultati conseguiti dal suo viaggio in Oriente e di tutto ciò che aveva potuto vedere con i propri occhi. Godendo di grande stima non solo nel mondo ecclesiastico ma anche tra il popolo e i religiosi, arrivò a coprire il ruolo di vescovo di Milano dal 472 fino al 475, anno della sua morte, e in questi tre anni fece anche in tempo a far partire la costruzione della Chiesa di Sant’Eufemia presente sul territorio milanese. Alla sua morte, il corpo di San Senatore venne sepolto proprio nella Chiesa di Santa Eufemia.


Consultare anche
https://it.wikipedia.org/wiki/Senatore_di_Milano

 

 

 

 

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 29-02-2020

Sabato di tutti i Santi che hanno brillato per l’ascesi; santi Cassiano e Germano; San Giorgio, vescovo di Defelto.

i santi di domani 01-03-2020

Domenica dei Latticini; Santa Eudocia, la Samaritana; Santa Domnina della Siria; Santa Antonina, martire; Santi Marcello e Antonino, martiri; Santi Silvestro e Sofronio, martiri; San Nestoriano, martire; Santi Carisio, Niceforo e Agapio, martiri; San Agapio di Vatopedi.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP