Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




21.09: Memoria di San Tommaso di Terreti (verso il X secolo) e di Sant’Alessandro vescovo di Avellino o nelle vicinanze di Roma martire a Roma sotto Antonino (verso il 154)

 Pare che le reliquie di san Tommaso erano venerate nel Monastero della Theotokos presso Terreti, distrutto nel 1910.




 

San Tommaso di Terreti (verso il X secolo )
Tratto da
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1864078353688999&set=a.1001927373237439.1073741829.100002605583903&type=3&theater

San Tommaso nasce a Reggio Calabria nei primi anni del X secolo; è ricordato come “uno dei più qualificati rappresentanti dell'ascetismo del tempo”. In gioventù divenne monaco ed in seguito egoumeno del monastero della Madre di Dio (Theotokos) di Terreti (quartiere collinare della città di Reggio Calabria). Fu di esempio per gli altri monaci che guidò più con la sua santità che con regole scritte. Nella tradizione popolare è noto per la sua vita esicastica. Trascorreva molti giorni in ritiro spirituale e penitenziale in alcune grotte scavate nel tufo che ancora si possono vedere nella parte nord di Terreti sulla strada che va verso Santa Domenica. Muore il 5 luglio dell’anno 1000 e fu subito venerato come santo dai reggini che accorsero numerosi al suo sepolcro.

 

 

------------------------------

 

 

Sant’Alessandro vescovo di Avellino o nelle vicinanze di Roma martire a Roma sotto Antonino (verso il 154)

 

Deposto al XXI miglio della via Cassia, è indicato al 21 settembre dalla passio e dal Martirologio Romano. La passio, appare scritta da un presbitero Crescenziano, il quale chiede la concessione di un'area cimiteriale per circuitu loci pedes CCC, ai tempi degli Antonini; sul sepolcro sarebbe stata posta l'epigrafe: «Hic requiescit sanctus et venerabilis martyr Alexander episcopus cuius depositio celebratur undecimo Kal. octobris». Viene ivi dedicata una chiesa «in Christi nomine, conferente plebe, X Kal. apriles, Constantino II et Crispo II consulibus » (a. 321).

Un altro brano della passio dà la notizia che il papa Damaso avrebbe fatto per il martire «cryptam condignam » sulla via Claudia al XX miglio da Roma, dove lo avrebbe deposto al «VI Kal. dec. quando et festivitatem ei dicavit».

 

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 28-10-2020

La santa PROTEZIONE della nostra Sovrana, la Theotokos e Sempre Vergine Maria [In Grecia, dopo il 1960, è stata spostata dal 1 al 28 ottobre in memoria alla protezione accordata dalla Madre di Dio alle truppe greche che resistevano all’invasione nazista sul fronte albanese nel 1940].

i santi di domani 29-10-2020

Il 29 di questo mese memoria della santa martire Anastasia la romana. Lo stesso giorno memoria del santo padre nostro Abramio e Maria, sua cugina. Lo stesso giorno memoria di san Cirillo martire. Lo stesso giorno san Savvas lo stratilata moriva trapassato da parte a parte. Lo stesso giorno memoria della santa nostra madre Anna, soprannominata Eufimianòs. Lo stesso giorno memoria della santa martire Melitinì.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP