Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




11.10: Memoria del Santo Apostolo Filippo dei Settanta, uno dei sette diaconi

 

a cura di Giovanni Fumusa




 

Memoria del Santo Apostolo Filippo dei Settanta, uno dei sette diaconi.
11 Ottobre

Il Santo Apostolo Filippo dei Settanta, uno dei sette diaconi – da confondersi con l’altro San Filippo Apostolo, uno dei Dodici – nacque in Palestina, era sposato e aveva dei figli.
Dopo la Discesa dello Spirito Santo, i Dodici Apostoli scelsero Filippo e altri sei uomini giusti per il ruolo di diaconi, il più anziano tra questi fu il Santo Arcidiacono Stefano. Filippo fu chiamato a svolgere il suo ruolo nella Chiesa di Gerusalemme, amministrando le offerte dei fedeli e occupandosi delle vedove, degli orfani e dei bisognosi.
Con l’inizio delle persecuzioni contro i cristiani, gli ebrei lapidarono il protomartire Stefano; in seguito a ciò, gli altri diaconi decidono di allontanarsi da Gerusalemme e Filippo decide di stabilirsi in Samaria. Lì si dedicò a predicare e ad annunciare il Vangelo, a convertire e a battezzare, creando la prima comunità cristiana al di fuori della Giudea. Tra i convertiti vi è il famoso Simon Mago (che successivamente chiederà all’Apostolo Pietro di poter acquistare il potere di conferire lo Spirito).
In seguito, su ispirazione di un angelo, San Filippo si diresse verso Gaza. Per la via incontrò un eunuco, servo dell’imperatrice etiope, che si convertì quando il Santo gli spiegò come il poema di Isaia “Servo sofferente del Signore” facesse riferimento al Signore Gesù Cristo. Successivamente, il Santo predicò ad Azdod e quindi a Cesarea marittima, dove si stabilì e fondò una comunità cristiana.
Secondo una tradizione, il Santo visse a Cesarea per il resto della sua vita assieme alle sue quattro figlie vergini. Un’altra tradizione, invece, vuole che gli Apostolo lo abbiano nominato vescovo e lo abbiano inviatolo a Tralle, in Asia Minore, dove San Filippo continuò la sua opera e morì di vecchiaia.

 

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 25-04-2019

Santo e grande giovedì (la sacra lavanda, la mistica cena, la divina preghiera di Gesù e il tradimento); San Marco, Apostolo ed Evangelista; San Macedonio II, Patriarca di Costantinopoli; I Santi otto anacoreti.

i santi di domani 26-04-2019

Santo e grande venerdì (la santa e salvifica passione e la morte in croce del Signore e la confessione salvifica del buon ladrone); Santi Basilio, vescovo di Amasea e Glafira, martiri; Santa Giusta; San Nestore; San Calanzio di Tamaseo; San Giorgio, monaco.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP