Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




12.10: Memoria dei Santi Martiri Probo, Taraco e Andronico

 

a cura di Giovanni Fumusa




 

Memoria dei Santi Martiri Probo, Taraco e Andronico
12 Ottobre

I Santi Probo, Taraco e Andonico patirono il martirio per Cristo nel 304 a Tarso, in Cilicia.
Arrestati a Pompeiopoli perché cristiani, furono portati di fronte a un tribunale presieduto da Numerio Massimo.
Taraco, il più anziano dei tre, chiese di essere sentito per primo e, quando gli fu chiesto come si chiamasse, rispose: “Io sono Cristiano”. Massimo gli pose la stessa domanda più volte e, ogni volta, Taraco rispose allo stesso modo: “Io sono Cristiano”. Massimo quindi glielo chiese per un’ultima volta e Taraco rispose di aver risposto onestamente e disse che se gli fosse stato chiesto quale fosse il nome impostogli dai genitori, avrebbe risposto “Taraco” e che, sotto le armi, era noto come “Vittore”; disse anche di essere cittadino romano, di Claudiopoli in Isauria, e che aveva rinunciato alla carriera militare per la Fede.
Massimo gli ordinò quindi di sacrificare agli dei, ma Taraco si rifiutò e, per questo motivo, gli fu rotta la mascella; gli fu ordinato più e più volte di sacrificare e, ad ogni rifiuto, il Santo rifiutò e fu sottoposto ad ulteriori e varie torture. Fu infine mandato in carcere, mentre Massimo si preparava a interrogare il secondo prigioniero.
Interrogato sul proprio nome, anche il secondo prigioniero rispose “Io sono Cristiano”, ma aggiunse che gli uomini lo chiamavano Probo, di padre Trace, ma nativo della Panfilia. Massimo gli ordinò di sacrificare agli dei, ma Probo rifiutò più volte e fu quindi spogliato e battuto col nervo. Vedendo il proprio sangue, Probo disse a Massimo: “Quanto soffre il mio corpo per Cristo, altrettanto la mia anima si rinvigorisce”. Dopodiché, fu condotto in prigione.
Massimo ordinò che gli fosse condotto dinanzi il terzo prigioniero. Anche questo rispose come i precedenti due: “Io sono Cristiano”, aggiungendo di essere noto agli uomini come Andronico, originario di Efeso, di nobile stirpe. Anche Andronico si rifiutò di riconoscere e sacrificare agli dei pagani e per questo fu torturato in molteplici modi prima di essere condotto, anch’egli, in prigione.
Qualche giorno dopo, furono ricondotti a turno dinanzi a Massimo, il quale chiese loro nuovamente di sacrificare agli dei e, ricevendo il loro rifiuto, li sottopose a torture peggiori delle precedenti, prima di ricondurli in prigione. E una terza volta furono interrogati e torturati in maniera ancora più crudele: furono loro tagliate le orecchie, mozzata la lingua, estratti i denti. Ciononostante, i tre rimasero saldi nella fede e furono rimandati in prigione, in attesa di essere dati in pasto alle belve durante i giochi.
Qualche giorno dopo, i tre furono trasportati al centro dell’arena di Tarso, in Cilicia, non potendosi muovere per via delle piaghe, e Massimo ordinò che fossero loro aizzate contro le belve più feroci. Fu fatto entrare un orso feroce che, giunto nei pressi dei tre Santi, prese a leccare le loro piaghe. Dopo di ciò, fu fatta entrare una delle leonesse più feroci mai viste nelle arene, ma questa si prostrò dinanzi ai tre santi.
Massimo, roso dalla rabbia, ordinò che i tre fossero trucidati e che i loro corpi, smembrati, fossero mescolati a quelli dei gladiatori, affinché non si potessero distinguere. I cristiani della città pregarono il Signore affinché li aiutasse a riconoscere i resti dei tre martiri per poter dare loro una degna sepoltura.
Alcune reliquie del Santo Martire Taraco si trovano oggi nella Cattedrale di Modena.

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 18-11-2019

San Platone, martire; Santi Romano e il santo bambino che confessarono Cristo, martiri; Santi Zaccheo e Alfeo, martiri; Santi Anastasio d'Epiro e Daniele, neomartiri.

i santi di domani 19-11-2019

San Abdias, profeta; San Barlaam di Antiochia; San Azez e compagni; San Agapio, martire; San Eliodoro, martire; San Pancario, martire; San Simone di Calabria.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP