Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




10.11 Memoria di Sant'Arsenio di Cappadocia

 

Vicariato Arcivescovile della Campania- Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Napoli




 

Il Nostro Padre fra i Santi Arsenio di Cappadocia (1840–1924) fu il padrino e il padre spirituale di San Paisio. Fu proclamato santo dal Patriarcato di Costantinopoli nel 1986. La sua festa ricorre il 10 novembre.
Sant’Arsenio fu il padre spirituale di tutta la famiglia di San Paisio. Battezzò San Paisio, e per tutta la sua vita, San Paisio nutrì grande amore e mostrò grande reverenza per la memoria di Sant’Arsenio, che lo portarono a scrivere il libro ‘Sant’Arsenio il Cappadoce’, che ci fornisce i dettagli della sua vita.
Sant’Arsenio fu il pastore del suo gregge Greco ortodosso in condizioni estremamente difficili. Visse con la sua gente nel villaggio di Farsa, in Cappadocia, che dopo il 1453 era caduto nelle mani dei Turchi musulmani. Sotto il grave giogo dei Turchi la gente greca di Farsa formava un’oasi di cristianità ortodossa. Cercavano rifugio in sant’Arsenio, che era il loro insegnante, il loro padre spirituale, e il medico delle loro anime e dei loro corpi. La sua fama di guaritore era così grande che accorrevano da lui per essere guariti non solo Greci cristiani, ma anche Turchi musulmani. Molte volte il suo villaggio fu minacciato con violenza da Turchi razziatori, ma in ogni occasione fu protetto in modo miracoloso da Sant’Arsenio. I racconti contenuti in questo libro, che riportano eventi di cui San Paisio fu testimone oculare, ricordano come potentemente Dio operi attraverso i suoi Santi, e come egli amorevolmente si occupi e protegga i suoi figli nelle avversità.
Sant’Arsenio usava il Salterio per le benedizioni, specialmente quando non ce ne erano di prestabilite per una particolare occasione. Nel libro ‘O Geron Paisios’ dello Ieromonaco Christodoulos (Agion Oros, 1994) si trova una lista originale di corrispondenze fra Salmi e particolari occasioni.
Dal 1970 molte apparizioni e miracoli sono avvenuti presso le sue sante reliquie, nel Monastero di Souroti, nei pressi di Salonicco.

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 06-12-2019

San Nicola, arcivescovo di Myra; San Teofilo, vescovo di Antiochia; San Niser, martire; San Abramio, vescovo di Cratea; San Nicola Karamos, neomartire.

i santi di domani 07-12-2019

San Ambrogio, vescovo di Milano; San Atenodoro, martire; San Neofito, martire; San Domezio, martire; Santi Isidoro, Acepsima, Leone, martiri; Santi Gaio e Gaiano, martiri; I Santi Martiri dei Vandali in Africa; La Santa Matrona bruciata a Roma; Santa Bassa di Gerusalemme; San Paolo l'obbediente; San Ignazio di Costantinopoli, martire; San Prisco, martire; San Martino, martire; San Nicola, martire; San Gregorio, l'esicasta sul Monte Athos; Santa Filotea di Curtea de Arges.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP