Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




27.11: Memoria di san Giacomo il Persiano -l'Interciso- grande martire

 




 

“Fatto a pezzi”: significa questo "Interciso". È la fine che fa il cristiano Giacomo, protagonista di una vicenda religiosa già complicata da ordinare di suo, e resa poi dubbiosa dalle discordanze fra i vari traduttori della sua biografia originale, composta in lingua siriaca e andata poi persa. 

Si sa che Giacomo nasce da un'illustre famiglia di cristiani. Diviene funzionario regio al servizio di Yazdegerd I, che regna dal 399 al 420. Vive a corte. E lì, gradualmente la sua fede inizia a indebolirsi, fino al momento dell’abbandono. Quella di Giacomo é una crisi spirituale personale, non deriva da persecuzioni.
Ma le “sue” donne cambiano il corso del suo cammino: la madre e la moglie lo convincono al riavvicinamento alla fede in Cristo, in particolare con la lettura delle Sacre Scritture. Tutto questo avviene mentre termina il regno di Yazdegerd I e incomincia quello di Vahram o Bahram V, che governerà dal 421 al 438.
E Vahram apprezza Giacomo: notando il suo riavvicinamento alla fede, il Re desidera interrogarlo di persona. Ma non riesce a ottenere da lui quello che vuole: la rinuncia alla fede cristiana.
I biografi diranno che agli inviti del Sovrano Giacomo replica citando detti e ammonimenti della Bibbia.
La conseguenza dell'inamovibilità di Giacomo è tragica: condanna a morte.
L’esecuzione avviene tramite amputazioni, via via, di piedi, mani, gambe e braccia: “intercisione", appunto.

Il re ne ordinò la cremazione e la dispersione delle ceneri, ma la tradizione vuole che il corpo fu sottratto alla cremazione e portato a Gerusalemme. Il capo fu donato alla basilica di San Pietro in Vaticano; il relativo reliquiario venne però fuso nel 1796.

 

con informazioni specialmente da: www.lastampa.it

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 20-05-2022

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmleMLATC on line 37

i santi di domani 21-05-2022

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmleMLATC on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP