Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




06.03: Memoria dei Santi 42 martiri di Amorio

 

Vicariato Arcivescovile della Campania- Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Napoli




 

I Santi 42 martiri di Amorio erano tutti uomini di alto rango militare e di nobili origini. Furono mandati a difendere l’importante città di Amorio, in Frigia, assediata dal califfo abbaside della Siria Al-Mu’tasim, al tempo dell’imperatore iconomaco Teofilo (829-842). Ricordiamo tra essi Teodoro, capo delle guardie del Palazzo imperiale, Ezio e Melisseno, generali, Callisto, Costantino, Basso, Teofilo e Cirillo, ed altri di altro rango. Nell'838 la città cadde, i Santi vennero fatti prigionieri e condotti nella città di Samara in Mesopotamia, che il califfo aveva eretto a capitale del suo regno. A causa della loro esperienza e del loro valore militare, i Musulmani non li uccisero subito, ma cercarono con ogni mezzo di convertirli, per utilizzarli nelle loro campagne militari. Come erano soliti fare, promisero loro ogni sorta di onore e ricchezza, tenendoli intanto prigionieri in condizioni molto dure, nell’oscurità e patendo la fame, torturandoli per sette lunghi anni. Alla fine, non riuscendo ad avere ragione della loro fedeltà a Cristo, i quarantadue furono decapitati, il 6 marzo 845. In loro memoria, l’imperatore Basilio II (976-1025) fece costruire un tempio ad essi dedicato nel Palazzo delle Fonti a Costantinopoli.

 

 

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 14-04-2021

i santi di domani 15-04-2021

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP