Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




Santo e Grande Lunedì

 

Vicariato Arcivescovile della Campania- Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Napoli




 

Santo e Grande Lunedì
Oggi comincia la santa Passione del nostro Salvatore, presentandoci il virtuosissimo Giuseppe quale figura del Cristo. Era l’undicesimo figlio di Giacobbe, e il primo da Rachele. Poiché era molto amato dal padre, i suoi fratelli presero a invidiarlo; lo gettarono in una fossa, poi lo vendettero a degli stranieri per trenta pezzi d’argento. Essi poi a loro volta lo vendettero in Egitto. A causa delle sue molte virtù, il suo padrone gli diede potere nel governo della sua casa, ma spinsero anche la moglie del padrone a provocarlo, perché peccasse con lei. Per la sua castità, tuttavia, egli la rifiutò. Ella allora lo calunniò, per vendetta, e venne gettato in prigione. Infine fu scagionato e liberato. Questa vicenda gli diede grande gloria e venne trattato con tutti gli onori, come un re. Divenne signore sull’intero Egitto e fornitore di grano per tutto il popolo. Per tutte queste vicende egli è figura del tradimento, Passione, morte e glorificazione del Signore Gesù Cristo (Genesi, capitoli 37 e segg.).
Alla commemorazione del Patriarca Giuseppe viene aggiunta la narrazione dell’albero di fico, che in quel giorno venne maledetto e si seccò. Rappresenta la sinagoga degli Ebrei, che non aveva prodotto i frutti richiesti, obbedienza e fede in Dio, e che, in conseguenza di tale maledizione, fu privata di tutta la grazia spirituale (Mt 21, 18-20).

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 21-08-2019

i santi di domani 22-08-2019

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP