Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




04.06: Memoria dei Ss. Clateo vescovo di Brescia; Rustulo e i suoi compagni martiri in Sicilia; e Quirino martire a Tivoli

 




 

San Clateo vescovo di Brescia. Per la tradizione è stato martire al tempo della persecuzione di Nerone (verso il 64)

Tratto da http://www.enciclopediabresciana.it/enciclopedia/index.php?title=CLATEO,_S.
E' il primo vescovo iscritto nei dittici della chiesa Bresciana, e perciò considerato come il primo vescovo "ufficiale" di Brescia, dopo il vescovo milanese Anatalone. Fu vescovo nei primi decenni del sec. IV, forse di origine greca, ma da famiglia emigrata e residente a Brescia. Morì forse fuori città dopo un apostolato certamente duro. Il Martirologio romano e bresciano lo ricordano al 4 giugno. Di lui non si conoscono nè le reliquie nè la tomba e la dicitura "jacet Mediolani" si trova soltanto in un catalogo del sec. XII ma l'annotazione è stata aggiunta solo nel sec. XVI. Soltanto da questo momento venne venerato come martire.

Leggere Anche: San Clateo Vescovo e Martire (Da pagina 157 a pagina 159), Paolo Guerrini Pagine Sparse: http://www.lombardiabeniculturali.it/dolly/oggetti/969/bookreader/#page/1/mode/2up

 

----------------------------------

 

San Rustulo e i suoi compagni martiri in Sicilia
Al 4 giugno il martirologio detto di San Girolamo fa menzione dei SS martiri Expergensio, Christo, Italo, Filippo, Rustulo, Cama, Iulia, Saturnino, Eiagono, Momna, Fortuno, Crescentia, Iocundiano. Notkero e li indicia “ di Sicilia “

 

---------------------------------

 

San Quirino martire a Tivoli


Tratto da http://www.santiebeati.it/dettaglio/55850
L’autorevole ‘Bibliotheca Sanctorum’ riporta per questo santo solo alcuni appunti: il suo corpo era custodito nella basilica di s. Lorenzo a Tivoli, ma di lui non si sa praticamente niente di certo e che il suo nome è stato inserito nel Martirologio Romano da Cesare Baronio.
Nel contempo ipotizza che trattasi dell’omonimo martire vescovo di Siscia in Croazia che si venera nello stesso 4 giugno; e di quest’ultimo diamo qualche notizia.
Quirino vescovo, nell’anno 309 durante la persecuzione di Diocleziano fu arrestato dal preside Massimo e indotto a sacrificare agli dèi, come prescriveva l’editto imperiale; si rifiutò decisamente e pertanto fu frustato e chiuso in carcere, dove poté convertire il custode Marcello.
Trascorsi tre giorni, fu condotto dal preside della Pannonia Amanzio, il quale dopo averlo inutilmente sollecitato ad ubbidire, lo fece gettare nel fiume Sava con una pietra legata al collo.
I cristiani ne raccolsero il corpo e lo seppellirono a Savaria nei pressi del luogo del martirio; verso l’inizio del V secolo il corpo di s. Quirino fu trasferito a Roma e deposto in un mausoleo noto come Platonia, dietro l’abside della basilica di S. Sebastiano sulla via Appia e qui fu venerato per tutti i due secoli successivi, come attestato dagli ‘Itinerari’ dell’epoca.
In seguito e qui le notizie sono lacunose e non certe, le reliquie furono trasferite e forse sparse a Milano, Aquileia, Roma e a questo punto potremmo ipotizzare anche a Tivoli.


Tratto da http://www.enrosadira.it/santi/q/quirino.htm
Quirino, vescovo di Siscia, santo, martire, sue reliquie sono sotto l’altare maggiore di S. Maria in Trastevere con quelle di Cornelio, Callisto, Calepodio e Giulio. Tra la fine del IV e l’inizio del V secolo fu traslato a Roma e sepolto in un mausoleo, detto Platonia, dietro l’abside di S. Sebastiano sulla via Appia. Tra il 1130 e il 1143 sue reliquie furono trasferite parte a Milano, parte ad Aquileia e parte nella basilica trasteverina di S. Maria.


Martirologio .Romano .: 4 giugno - A Siszeck, in Croazia, san Quirino vescovo, il quale, sotto il Preside Galerio, per la fede di Cristo (come scrive Prudenzio), con una macina legata al collo fu gettato nel fiume: ma, galleggiando il sasso, egli, dopo aver lungamente esortato i Cristiani circostanti a non atterrirsi del suo supplizio e a non vacillare nella fede, per conseguire la gloria del martirio, con preghiere impetrò Dio di affondare

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 03-12-2021

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlaYODp0 on line 37

i santi di domani 04-12-2021

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlaYODp0 on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP