Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




15.06: Memoria del santo profeta Amos

 

Vicariato Arcivescovile della Campania- Chiesa dei Ss. Pietro e Paolo - Napoli




 

Il Profeta Amos era della città di Tecoa nella terra di Zabulon: proveniva dal regno meridionale di Giuda, ma il suo ministero profetico si svolse nel regno settentrionale di Israele. Era un uomo non istruito, un pastore e raccoglitore di sicomori, come lui stesso testimonia di sé (Amos 7, 14-15). Terzo tra i profeti minori, dopo Osea e Gioele, Il suo libro profetico è suddiviso in nove capitoli. Questo Amos è naturalmente diverso dal padre del profeta Isaia, Amoz. Il nome ebraico vuol dire “fardello” o “portatore di un peso” e, in effetti, i suoi discorsi erano gravosi, scomodi.
Profetizzò al tempo di Ozia re di Giuda, e di Geroboàmo figlio di Ioas, re di Israele, due anni prima del terremoto, che pare sia avvenuto all’incirca nel 785 a. C. Le conquiste di Geroboamo II avevano portato grande prosperità tra gli Israeliti: ma alla ricchezza materiale si accompagnò una profonda decadenza religiosa e morale. Il profeta Amos si scagliò particolarmente contro sacerdoti e potenti, che praticavano riti ormai vuoti e idolatrici, e che con la loro astuzia camuffavano le ingiustizie contro i poveri. Le sue predicazioni contro i costumi del tempo gli procurarono forti inimicizie, tanto che fu anche espulso dalla città di Betel dal re Geroboamo su istigazione del sacerdote Amasia.

 

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 25-01-2022

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmluEi2IR on line 37

i santi di domani 26-01-2022

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmluEi2IR on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP