Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




18.07: Memoria di Sant' Emiliano di Durostorum, martire

 

Vicariato Arcivescovile della Campania- Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Napoli




 

Memoria di Sant'Emiliano , martire

Sant’Emiliano nacque a Durostorum (sulla riva destra del Danubio, vicino all’attuale città di Silistra in Bulgaria) al tempo dell’imperatore Giuliano l’apostata. Era servo di un pagano crudele e fanatico (altre fonti dicono che era il figlio di un ufficiale locale di nome Sabbaziano); costui, venuto a sapere della fede di Emiliano in Cristo, si adirò così tanto che, dopo averlo ingiuriato con le parole più volgari, lo fece frustare senza pietà. Inoltre, gli spiegò che, se avesse perseverato nella sua fede, gli sarebbero accadute cose molto peggiori. Ma le punizioni e le minacce, invece di piegare la mente di Emiliano, infiammarono ancor di più la sua fede in Cristo. Il giorno successivo si recò in un tempio pagano e con un martello spaccò tutte le statue che si trovavano in quel luogo. I sacerdoti pagani, infuriati, lo fecero arrestare perché fosse processato.
Quando il padrone di Emiliano ne fu informato, corse immediatamente da lui e, dopo avere ancora ingiuriato Emiliano per le sue azioni, gli ordinò di rinnegare Cristo senza obiezioni. Emiliano sorridendo rispose al suo padrone: "Puoi comandare quello che vuoi, ti obbedirò, ma la mia fede è al di là dei tuoi decreti. Poiché riconosco un unico Signore, Gesù Cristo. Questo è il mio grande ed eterno Signore, che governa il mio corpo e la mia anima, e non lo rinnegherò mai ". Il dignitario pagano con odio schiaffeggiò Emiliano. Poi il Santo venne torturato e gettato nel fuoco. La moglie del dignitario pagano, che era cristiana di nascosto, seppellì con ogni onore le sue spoglie.

 


OFFRO 8 PER MILLE PER LA SALVEZZA DEL CREATO

Santi di oggi

i santi di oggi 05-10-2022

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlaafl4n on line 37

i santi di domani 06-10-2022

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlaafl4n on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP