Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




19.07: Memoria della traslazione delle reliquie di San Serafino di Sarov

 




 

Memoria della traslazione delle reliquie di San Serafino di Sarov.

Alla traslazione delle sacre reliquie di San Serafino di Sarov, il 19 luglio 1903, parteciparono molte migliaia di persone, tra cui la parte più importante del clero e i Sovrani stessi. Il santo Zar Nicola II fu uno dei portatori delle reliquie in processione, e la Granduchessa Elisabetta scrisse il racconto dei molti miracoli avvenuti e di cui fu testimone oculare. Non solo il Santo aveva predetto la venuta dello Zar alla sua glorificazione, e che dalla gioia avrebbero cantato "Cristo è risorto" in estate, ma aveva anche lasciato una lettera "per il quarto Sovrano, che verrà a Sarov". Questo era appunto Nicola II, a cui fu consegnata la lettera in quell'occasione. il contenuto della lettera non è noto, si sa solo che, quando la lesse, lo Zar e futuro martire, un uomo che non mostrava le sue emozioni, apparve visibilmente scosso.

La traslazione delle sante reliquie di San Serafino di Sarov avvenne settant’anni dopo la morte. Attualmente si trovano nel Monastero Diveevskij, in Russia.

 


OFFRO 8 PER MILLE PER LA SALVEZZA DEL CREATO

Santi di oggi

i santi di oggi 05-10-2022

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlDJQFPV on line 37

i santi di domani 06-10-2022

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlDJQFPV on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP