Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




La famiglia, nell’insegnamento natalizio di Sua Santità il Patriarca Ecumenico Bartolomeo

 Elaborato scritto per il corso “Teologia, Storia e Vita della Chiesa Ortodossa I” all’Istituto di Teologia Ortodossa della nostra Arcidiocesi

Protopresbitero Marian Costea




 

LA FAMIGLIA NELL’INSEGNAMENTO NATALIZIO DI SUA SANTITÀ IL PATRIARCA ECUMENICO BARTOLOMEO

Protopresbitero COSTEA MARIAN


Prof.: P. Evangelos Yfantidis

Secondo l’insegnamento della nostra Sacra e Grande Chiesa ‘’ la famiglia è lo spazio divino in cui c’è la fondamenta della vita ‘’e lo ribadisce anche il Patriarca Bartolomeo - Questa istituzione della famiglia cristiana costituisce la cellula della vita e la incubatrice del sano sviluppo psicologico e corporale dei figli.
Essa è formata da un uomo e una donna, secondo il vangelo Mt.19 – non avete letto che colui che li ha fatti all’inizio li ha fatti maschio e femmina - la famiglia naturale come essere Sua Santità Patriarca Ecumenico nella lettera per le feste natalizie – Tutti abbiamo bisogno di incoraggiare la formazione e il funzionamento di famiglie naturali per costituire cittadini sani e felici psicologicamente, pieni di sentimenti di fiducia, retti dal sentimento di tutela di un padre forte e protettivo e di una madre affettuosa e piena di amore. Di una famiglia, sulla quale sosterà Dio.
Questo legame naturale nasce come volontà di Dio nell'uomo, come lo dice anche ap. Paolo agli Efesini 5:31 - Per questo l’uomo lascerà il padre e la madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una solo corpo.
La prima famiglia si è formata nel paradiso Genesi 1:27-29- Dio creò l'uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò; maschio e femmina li creò. 28 Dio li benedisse e disse loro: «Siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra; - e Genesi 2:18- il Signore Dio disse: «Non è bene che l'uomo sia solo: gli voglio fare un aiuto che gli sia simile» . avendo DIO come sacerdote che benedice la loro unione come matrimonio. Gesù Cristo sancisce la volontà di DIO padre e con la Sua presenza alla nozze di Canna Galilei dimostra l’importanza ,il rispetto e la considerazione del matrimonio tramutando l’acqua in vino. L’ACQUA Elemento naturale e indispensabile per la vita, il VINO Elemento naturale ed indispensabile per la EUCARISTIA il sacrificio d’amore di Dio verso l’uomo, di CRISTO come sposo per la Chiesa, La grazia che viene diffusa tramite il Sacramento del Matrimonio aiuta tramutare l’amore umano dell’uomo e donna nell'amore spirituale divino per il sostenimento fra loro per clemenza e aiuto reciproco nell'affrontare le difficoltà della vita ma anche di condividere tutte le cose belle della vita.
Scopriamo dunque che lo scopo della famiglia davanti a Dio ma anche alla società è trino-trinitario in somiglianza con il DIO Santissima Trinità:
-la procreazione ,nascita dei bambini
-aiuto reciproco fra marito e moglie
-la salvaguardia della loro morale
si sottolinea dal Patriarca Bartolomeo secondo profeta Isaia 9,5 - Poiché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio -è dunque come grande famiglia di Dio Padre dobbiamo - che tutte le società devono assicurare una crescita serena dei bambini e rispettare il loro diritto alla vita, all'educazione e alla loro crescita sociale, che può essere loro assicurata dalla alimentazione e dalla istruzione nell’ambito della famiglia tradizionale, con base i principi dell’amore, della filantropia, della pace, della solidarietà, beni che il Signore incarnato ci offre.
Perciò come alla base della società sta la famiglia, la quale è formata da genitori e figli, ognuno abbiamo doveri uni verso gli altri .Questi doveri compiuti con rispetto e amore ci aiutano ad evitare certe crisi dalla persona, dalla famiglia o società e di diventare, in certi tempi, luoghi e paesi del mondo intero , vittime del uomo corrotto dal potere mondano-il mistero della incarnazione di Dio, che ci spinge a “imparare la giustizia, noi abitanti della terra” (Is. 26,9), poiché “per noi oggi è nato un Salvatore” (Lc. 2,11), come bene osserva e menziona nel messaggio NATALIZIO PATRIARCA Bartolomeo e ancora - I fanciulli e le loro anime sensibili sono minacciate ovviamente anche nei paesi del mondo sviluppati economicamente e più stabili politicamente, per la grande crisi del matrimonio e della famiglia, per le varie interferenze e per l’esercizio della violenza fisica e psichica.
Per poter compiere il suo ruolo in società la famiglia cristiana deve seguire gli insegnamenti sani della nostra Chiesa Ortodossa portatrice di verità.
Perché l’armonia abbia luogo in famiglia, i doveri dei sposi uno verso l’altro come: l’amore e rispetto reciproco ;la fedeltà ; l’aiuto nel bene e nel male; la purezza e continenza ; il lavoro in comune e ravvedimento morale di ognuno, diventano scuola di virtù per i propri figli quali futuri padri e madre in un mondo gradito a Dio.
Tutti questi anche secondo l’insegnamento filiale del Patriarca Ecumenico nel messaggio natalizio del 2013 - Perché un bambino si sviluppi in modo sano e normale c’è bisogno di una famiglia dove l’uomo e la donna vivano in modo armonico, come un corpo, una carne, un’anima, subordinati uno all’altra… i doni dell’amore e della nostra fede, della nostra prova come cristiani e naturalmente come ortodossi nella morale e nella tradizione, familiare, paterna, ecclesiastica, che sempre ha attuato rettamente la nostra benedetta società attraverso i secoli e continua fino ad oggi, di cui cellula della vita e della crescita secondo Dio è, lo ripetiamo, la famiglia. Così cercando di compiere il senso della vita cristiana dalla famiglia porta frutto gradito in cielo e sulla terra!


Bibliografia
–messaggi di NATALE DEL PATRIARCA BARTOLOMEO 2013,2015,2017,
-CATECHESI –LA FEDE ORTODOSSA –TRINITAS IASI 1996
-DOGMATICA ORTODOSSA –RENASTEREA CLUJ 2000

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 29-02-2020

Sabato di tutti i Santi che hanno brillato per l’ascesi; santi Cassiano e Germano; San Giorgio, vescovo di Defelto.

i santi di domani 01-03-2020

Domenica dei Latticini; Santa Eudocia, la Samaritana; Santa Domnina della Siria; Santa Antonina, martire; Santi Marcello e Antonino, martiri; Santi Silvestro e Sofronio, martiri; San Nestoriano, martire; Santi Carisio, Niceforo e Agapio, martiri; San Agapio di Vatopedi.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP