Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




LA GENESI COMMENTATA DAI SANTI PADRI DELLA CHIESA (CAPITOLO XXXV)

 Elaborato scritto per il corso
“Teologia, Storia e Vita della Chiesa Ortodossa I”
all’Istituto di Teologia Ortodossa della nostra Arcidiocesi
Docente: p. Evangelos Yfantidis

del Protopresbitero Vincenzo Lorizio




 

Capitolo 35

Il capitolo si apre con Dio che parla a Giacobbe, invitandolo ad andare a Betel per stanziarsi e costruire un altare. Giacobbe invita tutti a eliminare gli dei stranieri, a purificarsi e a cambiarsi gli abiti. Tutti portarono al patriarca gli idoli che possedevano, che furono sotterrati. Tolte le tende si incamminarono e giunsero a Betel dove fu eretto l’altare. Il Signore apparve nuovamente a Giacobbe, cambiandoli il nome in Israele, lo benedisse annunciandogli che sarebbe diventato un popolo numeroso, promettendogli di concedergli il paese che aveva elargito ad Abramo e a Isacco. Ultimata la teofania, Giacobbe eresse una stele di pietra in quel luogo ungendola con abbondate olio. Dopo essere stato chiamato da Dio, Giacobbe insegna ai suoi successori e discendenti di come entrare nella casa del Signore. Ordina che gli dei stranieri siano respinti come sterco e sporcizia, e di cambiare gli abiti. E’ giusto che anche noi facciamo lo stesso quando siamo chiamati davanti a Dio, o entriamo nel tempio divino, specialmente al tempo del santo battesimo[1]. La pietra che Giacobbe unge prefigura Cristo, la pietra eletta che fu resa pietra angolare (1 Pt 2,6)[2].



[1] Cirillo di Alessandria, Glaphyra sulla Genesi 5,4

[2] Cirillo di Alessandria, Glaphyra sulla Genesi 5,5

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 18-05-2022

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlWD2B2L on line 37

i santi di domani 19-05-2022

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlWD2B2L on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP