Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




LA GENESI COMMENTATA DAI SANTI PADRI DELLA CHIESA (CAPITOLO XXXVIII)

 Elaborato scritto per il corso
“Teologia, Storia e Vita della Chiesa Ortodossa I”
all’Istituto di Teologia Ortodossa della nostra Arcidiocesi
Docente: p. Evangelos Yfantidis

di Petronio -Antonio- Lorenzoni




 

CAPITOLO 38

La storia di Tamar risultava scandalosa e di difficile comprensione a società non abituate alla legge mosaica e quindi era necessario spiegarla.

Essendo Tamar non israelita desiderava ricevere il tesoro nascosto nel circonciso e pregava Dio affinché spingesse Giuda a cooperare: così il comportamento altrimenti scandaloso di Giuda risultava essere ispirato divinamente (Efrem il Siro)[1] e quindi lo stratagemma di Tamar era secondo il disegno divino ed i suoi motivi erano buoni.

Giuda riconosce Tamar incolpevole per la morte dei figli ma piuttosto accetta che siano stati puniti per la loro malvagità (Giovanni Crisostomo)[2].

I due gemelli erano interpretati nell’interpretazione allegorica patristica come i due popoli, quello sotto la Legge (i giudei) e la Chiesa: Sant’Ambrogio[3] offre una suggestiva interpretazione del filo scarlatto che simboleggia la coscienza dei giudei macchiata dalla passione di Cristo.



[1] Commento sulla Genesi 34,4

[2] Omelie sulla Genesi 62,7

[3] Lettere 123,12

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 18-05-2022

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/html31kZGN on line 37

i santi di domani 19-05-2022

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/html31kZGN on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP