Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




DONA L'OTTO PER MILLE ALLA SACRA ARCIDIOCESI ORTODOSSA D'ITALIA

categoria: Eventi

Aiuta con l’otto per mille dell’IRPEF la Chiesa Ortodossa,
perché possa continuare la sua umile ma importante opera



La tua scelta non ti costa nulla, ma servirà ad aiutare altri tuoi fratelli ad avere punti di riferimento spirituale, come luoghi di culto, catechesi, incontro e unione delle comunità Ortodosse di qualunque Etnia, e un sostegno anche materiale per le persone sole e per le famiglie più bisognose.

 

Ai sensi della legge 20 maggio 1985,n.222, una somma pari all’8 per mille dell’IRPEF dovuta annualmente dai contribuenti viene assegnata allo Stato e alle Istituzioni religiose con le quali lo Stato italiano abbia stipulato apposite intese.

La ripartizione di tale somma tra gli aventi diritto avviene in proporzione alle scelte dei contribuenti.

La scelta non determina maggiori imposte dovute.

A decorrere dal 2013, i contribuenti possono indirizzare la scelta per la destinazione dell’otto per mille alla Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia ed Esarcato per l’Europa Meridionale che, ai sensi dell’articolo 21 della legge 30 luglio 2012, n.126, utilizzerà le somme ricevute per finalità di culto e per scopi filantropici, assistenziali, scientifici e culturali.

________________________________________

COME SI EFFETTUA LA SCELTA

Per destinare l’otto per mille all'Arcidiocesi Ortodossa:

chi presenta il modello UNICO, deve apporre la propria firma sull’apposito riquadro del modello di dichiarazione da presentare nei modi ordinari;

chi presenta il mod.730, appone la propria firma sull’apposita scheda che, inserita in busta chiusa, deve essere consegnata al soggetto che ha prestato l’assistenza fiscale (CAF, professionista abilitato, sostituto d’imposta);

chi è esonerato dalla presentazione della dichiarazione e risulta titolare di redditi di lavoro dipendente o pensione certificati tramite CUD, appone la firma sull’apposita scheda allegata al CUD; quindi inserisce la scheda in apposita busta chiusa, (oppure in una busta bianca chiusa, dove bisognerà apporre la seguente dicitura: "CONTIENE MODELLO SCELTA OTTO PER MILLE", ed i dati anagrafici del contribuente: Nome, Cognome, Indirizzo completo e codice Fiscale) e la consegna, entro il 30 settembre, ad un ufficio postale che, senza richiedere alcun pagamento, ne rilascia ricevuta. Ci si può anche rivolgere ad un professionista abilitato o ad un CAF che provvederanno ad inviare telematicamente la scheda prefirmata e ne rilasciano ricevuta senza richiedere alcun pagamento.

 

­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­

ORGANIZZAZIONE E ATTIVITÀ DELL’ARCIDIOCESI

L’organizzazione e l’attività dell’Arcidiocesi e fondamentalmente volta alla cura ed alla promozione tra i propri fedeli della professione e del mantenimento della fede Cristiana Ortodossa, assicurando loro l’assistenza spirituale. Per adempiere a questa necessita di assistenza l’Arcidiocesi istituisce parrocchie, chiese, monasteri, enti filantropici ed associazioni di assistenza e beneficenza, nonché istituti per l’educazione del sacro clero e l’istruzione della gioventù ortodossa attraverso apposite strutture scolastiche.

-Attività di culto

Tra le varie attività dell’Arcidiocesi quella del culto occupa il primo posto. L’assistenza spirituale ai fedeli avviene principalmente attraverso la celebrazione della Divina Eucaristia, gli altri Sacramenti (Battesimo, Cresima, Confessione, Matrimonio, Sacerdozio, Olio Santo) e le varie Sacre Funzioni (Mattutino, Ore, Vespri, Funerali, Commemorazioni dei Defunti, Benedizioni di vari tipi ecc.). Queste celebrazioni hanno luogo nelle chiese e cappelle ortodosse e, dove questi luoghi di culto mancano, in cappelle concesse dai Comuni o messe a disposizione da parte delle Curie romano-cattoliche. Alcune delle Benedizioni vengono celebrate nelle case stesse dei fedeli (Benedizione di casa, Sacramento del Santo Olio, Confessione ed, in casi particolari, Comunione). Nell’ambito della Divina Eucaristia, come pure nel contesto delle altre celebrazioni, viene data una grande importanza alla proclamazione della parola di Dio. Strettamente collegate con il culto sono anche le feste parrocchiali di carattere religioso e culturale. Queste feste sono di solito tenute in occasione delle grandi festività dell’anno liturgico, quali Natale, Capodanno, Inizio di Quaresima, Domenica dell’Ortodossia, Annunciazione, Pasqua, Pentecoste, Ferragosto, festa patronale della chiesa parrocchiale e vengono di solito accompagnate da pranzi comunitari e manifestazioni di carattere culturale. Spesso si organizzano anche pellegrinaggi presso i centri più importanti dell’Ortodossia: a Costantinopoli, Terra Santa, Sinai, Monte Athos, Meteore; nonché escursioni di carattere culturale ed educativo in diversi luoghi d’Italia e soprattutto in quelli aventi una storica presenza greco-ortodossa.

-Attività in favore delle parrocchie e dei monasteri

Nel corso dei quasi diciassette anni dalla sua fondazione, l’Arcidiocesi, oltre alle preesistenti comunità, chiese-confraternite e parrocchie (Barletta, Brindisi, Genova, Milano, Napoli, Roma, Trieste, Venezia) ha fondato anche diverse nuove parrocchie (Alatri, Alghero, Auletta, Avezzano, Bari, Bologna, Caltanissetta, Catania, Catanzaro, Chieti, Cori, Cosenza, Crotone, Fano, Ferrara, Firenze, Foggia, Gerace, Ischia, L’Aquila, Lecce, Livorno, Mesagne, Messina, Milazzo/Barcellona, Mestre, Nicastro, Padova, Palermo, Parma, Pavia, Perugia, Pisa, Policoro, Quartu Sant’Elena, Ragusa, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Rimini, 5 chiese e parrocchie in Roma, San Marino, Schiavonea, Sezze, Siena, Siragusa, Termoli, Torino, Treviso, Udine, Urbino, Varese, Vercelli, Viadana, Vibo Valenzia), nonché sei monasteri (Lazio, Messina, Piemonte, 3 in Reggio Calabria, Treviso, Venezia). Ora e in corso la fondazione di diverse altre parrocchie e di un monastero. Tutte le nuove parrocchie vengono fondate in base ad uno statuto uniforme, già approvato dal Patriarcato Ecumenico.

-Attività filantropiche

La filantropia esercitata nei confronti dei fedeli bisognosi, in particolare provenienti dai paesi dell’Europa orientale, costituisce una sempre più importante attività della Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia. In ogni parrocchia vi sono comitati caritativi che, oltre all’aspetto dell’assistenza materiale, prendono cura anche dei vecchi, ammalati e prigionieri. Inoltre, sacerdoti e membri dei comitati caritativi parrocchiali effettuano, a richiesta degli interessati, regolari visite presso i campi nomadi per benedire e parlare con fedeli Ortodossi.

-Attività in favore delle famiglie

Nel campo familiare si compie ogni possibile sforzo per sostenere moralmente le famiglie miste, seguendole da vicino: non solo spiritualmente, ma anche provvedendo alla soluzione dei diversi problemi nati proprio dal carattere misto della maggioranza delle nostre famiglie in Italia. L’operato in tale settore si fa sempre più esigente e responsabile.

-Attività in favore della gioventù

Una particolare importanza viene data anche all’educazione religiosa della gioventù nelle esistenti strutture catechetiche delle parrocchie. Inoltre, in molte parrocchie viene insegnata la lingua italiana, promuovendo cosi l’inserimento nella società italiana. Si compie anche uno sforzo particolare per assistere spiritualmente la numerosa comunità studentesca ortodossa del paese.

-Attività in favore del clero

L’Arcidiocesi convoca periodicamente il sacro clero in riunioni di carattere formativo (pastorale, amministrativo, ecc.). Uno sforzo particolare si compie nell’ambito delle vocazioni, al fine di assicurare un numero sufficiente di sacerdoti, provenienti sia dall’Italia che dall’estero.

-Attività in favore della pace

Sua Eminenza il Metropolita, o i suoi rappresentanti, partecipano in diverse occasioni per la promozione della pace e della convivenza tra i popoli, tenendo conferenze e partecipando a convegni ed incontri.

-Attività culturali

Nell’ambito culturale vi e, a livello locale, un’ampia collaborazione con associazioni ed enti di cultura interessati a conoscere la cultura e la tradizione ortodossa. Tale attività si esplica attraverso l’organizzazione di conferenze, seminari di studio, concerti di musica ecclesiastica, ecc.; la diffusione di materiale bibliografico ed audiovisivo; le visite guidate nei luoghi di culto ortodosso d’Italia; le manifestazioni artistiche riguardanti in particolar modo la musica bizantina, le immagini sacre ed i luoghi sacri dell’Ortodossia universale.

-Attività per il restauro delle chiese bizantine e post-bizantine

Alla Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia la Chiesa Romano-cattolica e diversi Comuni in Italia concedono Chiese e Monasteri, i quali diventano centri di spiritualità ed oasi di preghiera e di serenità, indispensabili per i Cristiani e per ogni uomo di buona volontà.

-Attività ecumeniche

L’Arcidiocesi e le sue dipendenze, in conformità alla direttive del Patriarcato Ecumenico, e particolarmente attivo nel campo ecumenico, mantenendo stretti contatti con le altre Chiese e confessioni cristiane presenti in Italia, cosicché i suoi rapporti con la Chiesa Romano-cattolica e la Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia possono essere considerati ottimi. In particolare, l’Arcidiocesi partecipa attivamente alle varie iniziative intraprese ogni anno in occasione della “Settimana di preghiera per l’unita dei cristiani”. Al contempo promuove e partecipa a convegni ed incontri di carattere ecumenico, nonché a conferenze di carattere storico-religioso.

 

 

Le attività di cui sopra si compiono tutte attraverso le direttive, sotto la supervisione e con il sostegno dell’Arcidiocesi Ortodossa d’Italia, e, personalmente, di Sua Eminenza Rev.ma il Metropolita Gennadios.

 


271
273
271
273
1/2 
start stop bwd fwd




Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 20-02-2017

San Leone, vescovo di Catania; San Bessarione l'egiziano; San Agatone, papa di Roma; San Cindeo, vescovo di Pisidia; San Plotino; San Didimo di Cipro, martire.

i santi di domani 21-02-2017

San Timoteo dei Simbola; San Eustazio, vescovo di Antiochia; San Giovanni III, patriarca di Costantinopoli; San Zaccaria, patriarca di Gerusalemme; San Giorgio, vescovo di Amastris.

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP