Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




20.07 Perché Elia fu inviato- di Sant'Efrem il SIro

 

Vicariato Arcivescovile della Campania




 

Elia fu inviato per frenare l’insana furia di Acab e per mostrare con parole e azioni vigorose la verità delle maledizioni che i padri avevano proclamato contro i trasgressori della legge di Dio, affinché non fossero solo vane minacce (…). Mosè scrisse un intero libro di maledizioni e ordinò a Gesù di Navì di proclamarlo di fronte all’assemblea delle tribù di Israele con grande clamore e ad alta voce. In particolare egli menziona la dura carestia e gli altri mali che l’hanno seguita, la mancanza di pioggia, l’aridità, e l’improduttività della terra. Acab li disprezzò e li derise, poiché vedeva quante abbondanti provviste egli aveva, grazie a suo padre che fu re empio proprio come lui. Per questo, l’arroganza di quello doveva assolutamente essere punita.
La ragione principale per cui Elia fu inviato fu l’opera della moglie del re Acab Gezabele, la cui fierezza il Signore voleva umiliare e la cui falsità egli voleva rivelare. Da sola si era nominata ministro di Baal e si era assunta il compito di curare il servizio cultuale d questo dio. Inoltre ella proclamò Baal vero dio con il potere di governare ogni cosa in cielo e in terra, e di far piovere, di bagnare i cieli e dare fertilità ai campi. Prese a testimoni i Sidoniani e i Tiriani e gli altri popoli della Fenicia che in quei giorni erano prosperosi in ricchezze e proprietà più di ogni altro popolo confinante, e soprattutto devoti adoratori di Baal. Per questa ragione e secondo giustizia Elia giunse in un momento di disgrazia, e finalmente ammonì Acab e i suoi capi e li minacciò di alzare su di loro un cielo di rame, come Mosè aveva predetto, e, sotto di loro. stendere una terra di ferro (cf. Dt 28,23).

 


OFFRO 8 PER MILLE PER LA SALVEZZA DEL CREATO

Santi di oggi

i santi di oggi 07-10-2022

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlZJqq6o on line 37

i santi di domani 08-10-2022

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlZJqq6o on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP