Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




15.11: Memoria dei martiri di Edessa Gurià, Samonà e Abibo

 

Vicariato Arcivescovile della Campania- Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Napoli




 

15.11: Memoria dei martiri di Edessa Gurià, Samonà e Abibo
Illustri Martiri della città di Edessa in Siria, Guria e Shamuna lottarono per la fede durante il regno di Diocleziano, nel 288; dopo molte torture, furono gettati in prigione e poi decapitati. San Habib, un diacono, lottò al tempo di Licinio, nell'anno 316; fu arso vivo, poi sepolto con i santi Guria e Shamuna. I tre hanno una festa comune, ed è sempre insieme che vengono raffigurati in icone e invocati dai fedeli. A causa di un famoso miracolo che hanno operato, vengono invocati per chiedere aiuto nelle difficoltà coniugali. Un certo Goto era venuto con l'esercito romano a Edessa, acquartierato nella casa di una pia vedova di nome Sofia. Il Goto chiese a Sofia la mano di sua figlia, Eufemia; dopo aver resistito a lungo, Sofia alla fine diede il suo consenso. Quando fu il momento per l'esercito di tornare a casa, Sofia fece fare un voto al Goto, per il potere dei santi Martiri Shamuna, Guria e Habib, di mantenere Eufemia come la pupilla dei suoi occhi. Mentre si avvicinava a casa sua, tuttavia, l'uomo traditore rivelò a Eufemia di avere già una moglie. Eufemia fu costretta a servire la moglie del Goto, che la trattò senza pietà. Dopo sofferenze estreme, che includevano l'essere sigillata viva in una tomba e lasciata lì a morire, Eufemia fu miracolosamente trasportata a Edessa, proprio al santuario dei santi martiri che avevano invocato in garanzia, e si riunì a sua madre attraverso le loro sante preghiere.

 


Messagio di Sua Eminenza il Metropolita d' Italia

Santi di oggi

i santi di oggi 07-12-2022


Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlcJh5Lx on line 37

i santi di domani 08-12-2022


Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlcJh5Lx on line 65

OFFRO 8 PER MILLE PER LA SALVEZZA DEL CREATO

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP