Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




16.02: Memoria di san Flaviano, patriarca di Costantinopoli

 

Vicariato Arcivescovile della Campania- Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Napoli




 

San Flaviano il Confessore

di San Nikolai Velimirovich

VITA

Flaviano divenne Patriarca di Costantinopoli succedendo a San Proclo. Era un contemporaneo di San Leone Papa di Roma. Combatté risolutamente contro Eutiche e Dioscoro, ma non visse abbastanza da vedere il trionfo dell'Ortodossia al Quarto Concilio Ecumenico di Calcedonia del 451, perché, prima di quello, durante il sinodo eretico di Efeso del 449, fu picchiato senza pietà, trovando la morte in quel luogo. Flaviano era un fedele soldato di Cristo e un coraggioso difensore e confessore della fede ortodossa.

RIFLESSIONE

Con ​​grande difficoltà, con grande sforzo e sacrificio, il grano della verità dell'Ortodossia fu liberato dalla zizzania dell'eresia. Gli eretici hanno sempre fatto uso di bassi mezzi e persone mediocri per minare l'Ortodossia. L'archimandrita Eutiche di Costantinopoli e Dioscoro, patriarca di Alessandria, che diffondevano l'insegnamento eretico che non c'erano due nature in Cristo -quella divina e quella umana-, ma una sola natura, avevano come alleato nella corte imperiale il mediocre eunuco Crisafio. L'imperatrice Eudossia era segretamente dalla loro parte. Il patriarca Flaviano, come un leone, difese senza paura l'Ortodossia, ricevendo l’aiuto di Pulcheria (ricordata il 17 febbraio), la sorella dell'imperatore. L'eunuco Crisafio riportò all'imperatore Teodosio le calunnie più disgustose contro Flaviano, affinché questi lo rimuovesse dalla sua funzione e lo sostituisse con l’eretico Eutiche. Quando tutte queste trame fallirono, gli eretici tramarono per uccidere Flaviano. Al Sinodo chiamato ‘Latrocinio di Efeso’ fu picchiato così duramente che San Flaviano, il terzo giorno, rimise la sua anima a Dio. Al IV Concilio Ecumenico di Calcedonia, Eutiche e Dioscoro furono anatematizzati. L'eunuco fu estromesso dalla corte e finì la sua vita nella vergogna. L'imperatrice Eudossia fu bandita da Costantinopoli e riparò in Palestina. Flaviano e Plucheria furono proclamati santi e la fede ortodossa vittoriosamente confermata.

[tradotto da johnsanidopoulos.com] 

 


OFFRO 8 PER MILLE PER LA SALVEZZA DEL CREATO

Santi di oggi

i santi di oggi 05-10-2022

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlOv3SMF on line 37

i santi di domani 06-10-2022

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlOv3SMF on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP