Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




25.02: Memoria di San Markellos di Cipro

 

Vicariato Arcivescovile della Campania- Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Napoli




 

Nel Synaxarion di Costantinopoli si ricorda oggi San Markellos, Vescovo di Apamea di Cipro, e si dice che si sia addormentato in pace. Questo richiede un chiarimento. Anzitutto, Apamea non è a Cipro, ma in Siria. Il nome più più simile a Cipro è l'antica città di Aepeia, che in seguito divenne nota come Soli. Quindi avrebbe potuto essere vescovo di Soli a Cipro. Oppure si tratta del san Markellos vescovo di Apamea commemorato il 14 agosto, che era appunto vescovo della città siriana.

In secondo luogo, sebbene il Synaxarion di Costantinopoli affermi che si sia addormentato in pace, i versi giambici chiariscono che fu decapitato, quindi morì di morte martirica. Se è la stessa persona di San Markellos, il vescovo di Apamea, commemorato il 14 agosto e morto martire, abbiamo ancora una differenza, poiché il Markellos del 14 agosto è morto bruciato vivo. Lo studioso cipriota Kyprianos nel XVIII secolo confermò quanto scritto da Étienne de Lusignan nel XVI secolo, che menzionava un San Markellos vescovo di Soli a Cipro, senza menzionare l’epoca, ma solo ricordandone la commemorazione il 25 febbraio. Egli affermava che fosse morto martire, senza fornire ulteriori dettagli. Da quanto sopra possiamo quindi supporre che San Markellos fosse Vescovo di Soli a Cipro e che andò incontro alla sua fine attraverso la decapitazione. [da www.johnsanidopoulos.com]

 


Messagio di Sua Eminenza il Metropolita d' Italia

Santi di oggi

i santi di oggi 06-12-2022


Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/html79SNjq on line 37

i santi di domani 07-12-2022


Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/html79SNjq on line 65

OFFRO 8 PER MILLE PER LA SALVEZZA DEL CREATO

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP