Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




01.03: Memoria del beato Agapio della Skiti di Kolitsos di Vatopedi e dei quattro santi con lui (1603)

 

Vicariato Arcivescovile della Campania- Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Napoli




 

Il beato Agapio visse la sua vita di monaco con il suo anziano nell'Eremo di Kolitsùs, appartenente al monastero atonita di Vatopedi. Secondo Gerasimos Smyrnakis, l'area fu chiamata così dall'anziano di Agapio, Kolitios l’esicasta. Quando il santo una volta scese in spiaggia per portare a termine un lavoro, fu catturato dai pirati agareni; essi lo vendettero come schiavo a un duro padrone, che lo tenne in catene per dodici anni, impiegandolo allo stesso tempo in lavori duri e pesanti.

In quel periodo si trovava in Magnesia. Nonostante la crudeltà del suo padrone, il santo lavorava coscienziosamente e volentieri. Per tutto il tempo implorò la Vergine di liberarlo. Questo miracolosamente avvenne, e tornò dal suo Anziano. Ma quando questi fu informato delle amare afflizioni che avevano colpito il suo discepolo e della sua fuga, lo esortò a tornare da quel padrone, considerando che non era giusto che se ne fosse andato senza il suo consenso, visto che lo aveva comprato. Il monaco obbediente tornò dal suo padrone, riportando ciò che il suo Anziano gli aveva consigliato. Quello rimase sorpreso dalla sua sincerità, obbedienza, devozione e coscienziosità e chiese di conoscere meglio la fede cristiana ortodossa. Il santo volentieri gli espose la nostra fede. Catechizzò entrambi i suoi figli con lui. Tutti e tre insieme chiesero di essere battezzati cristiani e di seguire Sant'Agapio nella Skiti di Kolitsos.

 

 


OFFRO 8 PER MILLE PER LA SALVEZZA DEL CREATO

Santi di oggi

i santi di oggi 05-10-2022

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlB9fVxt on line 37

i santi di domani 06-10-2022

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlB9fVxt on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP