Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




28 marzo 2021: Kondakion, Ikos e Sinassario

 

Vicariato Arcivescovile della Campania- Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Napoli




 

Kontàkion. Tono pl. 4. A te, invincibile.

Concordi inneggiamo te, Gregorio dal divino parlare, sacro e divino strumento della sapienza, chiara tromba della teologia. Tu, dunque, o padre, stando come intelletto presso il primo Intelletto, a lui guida il nostro intelletto perché acclamiamo: Salve, araldo della grazia.

 

Ikos.

Sulla terra apparisti come angelo che annuncia ai mortali le divine realtà dei misteri arcani: usando infatti le parole degli incorporei con intelletto e carne d’uomo, ci hai sbalorditi, o uomo dal divino parlare e ci hai indotti ad acclamare a te così:

Salve, tu per cui la tenebra è stata respinta; salve, tu per cui ad essa è subentrata la luce.

Salve, messaggero della Divinità increata; salve, vera confutazione di quella creata e stolta.

Salve, tu che hai detto altezza inacces­sibile la natura di Dio; salve, tu che hai chiamato l’energia abisso imper­scrutabile.

Salve, tu che hai stupendamente espresso la gloria di Dio; salve, tu che hai precisato le opinioni dei malfattori.

Salve, astro che hai mostrato il sole; salve, coppa che somministra nettare.

Salve, tu per cui brilla la verità; salve, tu per cui è stata oscurata la menzogna.

Salve, araldo della grazia.

Sinassario del 28 marzo:

Il 28 di questo mese memoria del nostro santo padre Ilarione il giovane, igumeno del monastero degli uomini santi di Pelecete in Bitinia.

Stichi. Alla terra Ilarione rende il corpo terrestre per possedere l’eredità beata, la terra che ereditano i miti. Il 28 Ilarione ha conosciuto la sorte degli eletti.

Lo stesso giorno la lotta di sant’Erodione, uno dei settanta apostoli.

Stichi. Come rosa spirituale Erodione fu potato sapientemente dalla spada per fiorire in cielo.

Per le loro sante preghiere, o Dio, abbi pietà di noi. Amìn.

Quindi il seguente:

Lo stesso giorno, domenica seconda dei digiuni, celebria­mo la memoria del nostro santo padre Gregorio Palamàs, arcivescovo di Tessalonica.

Stichi. Il sublime teologo della luce increata nella luce senza tramonto giunge alla fonte dello splendore.

Per le sue preghiere, o Dio, abbi pietà e salvaci. Amìn.

 


OFFRO 8 PER MILLE PER LA SALVEZZA DEL CREATO

Santi di oggi

i santi di oggi 05-10-2022

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmludixy7 on line 37

i santi di domani 06-10-2022

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmludixy7 on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP