Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




22.04: Memoria di san Gregorio Gravanos il Nisiro

 

Vicariato Arcivescovile della Campania- Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Napoli




 

San Gregorio era un membro del movimento dei Kollyvades. Questo movimento varcò i confini del Monte Athos, i monaci lo diffusero nelle isole dell'Egeo. San Gregorio insieme ad altri giunse a Patmos e successivamente a Lipsi, dove costruì un eremo in onore della Santissima Theotokos.

A causa delle incursioni dei pirati, fu costretto a lasciare l'isola e più tardi a tornare a Patmos, dove incontrò Makarios Notaras (vedi 17 aprile), che viveva nella Sede della Panaghia di Cumana (Aghioi Pantes) da lui creata sulla collina di Cumana. San Gregorio rimase un po' con Makarios e poi partì per un'altra parte dell'isola, chiamata Grava (Gravanos proviene da questo luogo).

Divenne ampiamente conosciuto come uomo spirituale e secondo alcuni ricevette una visita anche da parte del Patriarca di Costantinopoli. Ad un certo punto, fu costretto a lasciare Patmos per Ikaria, dove si addormentò nel 1812.

 


OFFRO 8 PER MILLE PER LA SALVEZZA DEL CREATO

Santi di oggi

i santi di oggi 30-09-2022

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlG2pmpU on line 37

i santi di domani 01-10-2022

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlG2pmpU on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP