Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




25.04.2021: Kontakion, Ikos e Sinassario della Domenica delle Palme

 

Chiesa Greco-Ortodossa della Natività di San Giovanni Battista, Torino




 

Kontàkion autòmelo. Tono pl. 2.

In cielo assiso in trono, in terra sull’asinello, o Cristo Dio, tu hai accolto la lode degli angeli e l’inno dei fanciulli, che a te gridavano: Benedetto sei tu che vieni a richiamare Adamo dall’esilio.

Ikos.

Poiché hai legato l’ade, o immortale, ucciso la morte e risuscitato il mondo, come vincitore con palme ti esaltavano i bambini, o Cristo, a te gridando oggi: Osanna al Fi­glio di Davide! I bimbi - essi dicono - non saranno più sgozzati per il bimbo di Maria, perché per tutti, bimbi e vecchi, tu solo sarai crocifisso. La spada non si volgerà più contro di noi, perché il tuo fianco sarà trafitto dalla lancia. Perciò diciamo esultanti: Benedetto sei tu che vie­ni per richiamare Adamo dall’esilio.

Sinassario del mineo,

Il 25 di questo mese memoria del santo apostolo ed evangelista Marco.

Stichi. Gli assassini, trascinando l’apostolo sulla terra, lo inviarono direttamente in cielo, senza saperlo. Il venticinque il cielo si apre per ricevere Marco, che sulla terra gli empi tormentarono.

Lo stesso giorno memoria dell’inaugurazione del complesso Apostolico del santo illustre apostolo Pietro il Corifèo nella santissima Grande Chiesa.

Lo stesso giorno memoria del nostro padre tra i santi Macedonio, patriarca di Costantinopoli.

Stichi. Sedendo, o Macedonio, su un trono corruttibile, inneggi a Dio con i serafini e i troni.

Lo stesso giorno memoria della santa martire Niki.

Stichi. Di Niki, gloriosa martire, l’arbitro della lotta premia la vittoria.

Lo stesso giorno memoria dei santi otto monaci anacoreti martiri.

Stichi. Degli otto anacoreti fu tagliato il collo, che essi avevano sottomesso al giogo tuo, o Verbo.

poi il seguente.

In questo giorno, domenica delle palme, festeggiamo la gloriosa e splendida solennità dell’ingresso del Signore no­stro Gesù Cristo in Gerusalemme.

Stichi. Seduto sull’asinello, tu che con un verbo hai disteso i cieli, ricerchi i mortali per scioglierli dall’irrazionalità.

Nella tua ineffabile misericordia, Cristo nostro Dio, ren­dici vincitori delle passioni irrazionali e facci degni di vede­re la tua splendida vittoria contro la morte, la tua luminosa e vivificante risurrezione e abbi pietà di noi. Amìn.

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 03-12-2021

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlK8BYOQ on line 37

i santi di domani 04-12-2021

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmlK8BYOQ on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP