Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




29.04.2021: Kontakion, Ikos e Sinassario del Santo e Grande Giovedì

 

Chiesa Greco-Ortodossa della Natività di San Giovanni Battista, Torino




 

Kontàkion. Tono 2. Cercando le cose.

Preso il pane tra le mani, il traditore in segreto le tende per ricevere il prezzo di colui che con le proprie mani plasmò l’uomo: e non si risolleva dal suo male Giuda, servo e ingannatore.

Ikos.

Accostandoci tutti con timore alla mistica mensa riceviamo il pane con anime pure, restando vicino al Maestro per vedere come egli lavi i piedi ai discepoli e facciamo secondo quanto abbiamo visto, sottomettendoci gli uni agli altri e lavandoci i piedi a vicenda, perché così disse Cristo ai discepoli. Ma non ascoltò Giuda, servo e ingannatore.

Menologio

Il 29 di questo mese memoria dei santi apostoli Giasone e Sosìpatro dei settanta.

Stichi. Terminando questa vita corruttibile, Giasone trovò un’altra vita senza fine. A Sosìpatro morto riveli la gloria del tuo volto, Padre, la gloria del tuo Verbo. Il ventinove Giasone se ne andò realmente dalla terra.

Lo stesso giorno memoria di sette santi martiri, i ladri che credettero in Cristo grazie all’apostolo Giasone e perirono in una caldaia con resina bollente.

Stichi. Conoscendo la sorte del ladrone dell’Eden e volendo ottenere lo stesso, i ladri accorsero realmente a essere bruciati nella resina bollente.

Lo stesso giorno santa Kèrkyra, figlia del re di Kèrkyra (Corfù) perì uccisa con frecce.

Stichi. Ferita dai colpi delle frecce, la regina brillava con le sue piaghe come perle.

Lo stesso giorno memoria dei santi martiri Zeno e Vitale che perirono nel fuoco.

Stichi. O Vitale, non temere il fuoco, poiché io, Zeno, ti guiderò entrandovi prima.

Lo stesso giorno il santo martire Eusebio perì nel fuoco.

Stichi. Quale macchia doveva purificare il fuoco in te, Eusebio, oro raffinatissimo di Cristo?

e poi la commemorazione del triodion.

I padri divini, che tutto ottimamente disposero, avendo essi stessi ricevuto questa tradizione dai divini apostoli e dai sacri vangeli, ci tramandarono per il santo e grande giovedì la celebrazione di quattro misteri: la sacra lavanda, la mistica cena, cioè la consegna dei nostri tremendi misteri, la divina preghiera di Gesù e il tradimento.

Stichi per la santa lavanda. La sera lava i piedi dei discepoli Dio, il cui piede un tempo calcava l’Eden a sera.

Per la mistica cena. Duplice è questa cena, perché è la pasqua della Legge e insieme la nuova pasqua: il sangue e il corpo del Sovrano.

Per la divina preghiera. Nella preghiera terrori, stille di sangue, o Cristo, sul tuo volto: tu realmente preghi che sia allontanata da te la morte e con questo inganni il nemico.

Per il tradimento: A che servono spade e bastoni, o ingannatori del popolo, per colui che è pronto a morire a riscatto del mondo?

Nella tua indicibile compassione, Cristo nostro Dio, abbi pietà di noi. Amìn.

 


Dona l'otto per mille

Santi di oggi

i santi di oggi 03-12-2021

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/html6x2MK4 on line 37

i santi di domani 04-12-2021

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/html6x2MK4 on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP