Cerca

Newsletter

iscriviti alla newsletter

La tua mail*




03.08: Memoria dei Santi Dalmato, Isacco e Fausto

 

Vicariato Arcivescovile della Campania




 

Di questi tre santi, Dalmato era un soldato dell’accademia militare, durante il regno di Teodosio il Grande (379-395). Viveva una vita pia e a Dio gradita. In seguito lasciò la moglie, i figli e gli affari mondani e portando solo con sé suo figlio Fausto, andò presso sant'Isacco, e lì divenne monaco, raggiungendo grandi altezze di virtù.
Questo meraviglioso Isacco (la cui memoria ricorre anche separatamente, il 30 maggio) dimorava nella quiete del deserto fin dalla giovane età, perseguendo ogni forma di virtù, motivo per cui le sue parole erano brillantissime, perché era adornato di una vita virtuosa. Quando l’imperatore ariano Valente si recò a combattere gli Sciti e i Goti, Isacco andò da lui e gli disse: "Apri, o imperatore, le chiese degli Ortodossi e vincerai in battaglia". L'imperatore non si persuase, ma con rabbia rispose al santo: "Quando tornerò dalla battaglia, ti punirò per queste parole". In risposta il santo disse: "Se torni dalla battaglia, il Signore Dio non me l'ha detto. Perciò combatterai, ma quando cercherai di fuggire dai tuoi nemici, sarai arso vivo". In verità ciò avvenne, poiché si rifugiò in un granaio e là rimase bruciato vivo.
Quando il santo venne a sapere che stava consegnando la sua anima al Signore, stabilì Dalmato come igumeno del monastero*, ai tempi di Attico era arcivescovo di Costantinopoli.
San Dalmato divenne eminente nell'ascesi; rimase quaranta giorni in digiuno e per lo stesso tempo rimase in uno stato di estasi. Pertanto fu venerato non solo dall'imperatore e dall’amministrazione, ma anche dai Santi Padri che si riunirono ad Efeso per il terzo Concilio ecumenico del 431, che lo nominarono archimandrita. Dopo essere stato riconosciuto in questo modo, consegnò la sua anima al Signore e fu sepolto nel suo monastero.

* Si ritiene che il monastero fondato da Isacco abbia preso il nome da questo Dalmato.
Tuttavia, secondo un'altra tradizione, il suo monastero fu originariamente costruito da Dalmato il Patrizio, nipote dell'imperatore Costantino il Grande, e da lui prese il nome. Altri ancora sostengono che abbia ricevuto il suo nome da entrambi, ed è per questo che il suo nome in greco è al plurale, Dalmati invece di Dalmato.

Tradotto da www.johnsanidopoulos.com

 

 


Tuttavia, secondo un'altra tradizione, il suo monastero fu originariamente costruito da Dalmato il Patrizio, nipote dell'imperatore Costantino il Grande, e da lui prese il nome. Altri ancora sostengono che abbia ricevuto il suo nome da entrambi, ed è per questo che il suo nome in greco è al plurale, Dalmati invece di Dalmato.

 


OFFRO 8 PER MILLE PER LA SALVEZZA DEL CREATO

Santi di oggi

i santi di oggi 07-10-2022

Notice: Undefined variable: nome in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmll69lLo on line 37

i santi di domani 08-10-2022

Notice: Undefined variable: nome2 in /web/htdocs/www.ortodossia.it/home/w/tmp/htmll69lLo on line 65

Condividi

Bookmark This

Follow Us

TOP